Primo Piano

Gesip, Figuccia: “gli over 55 non torneranno mai più al lavoro”

Foto internet

Ieri, su indicazione del socio unico rappresentato dall’Amministrazione comunale, il liquidatore della Gesip ha presentato la richiesta di Cassa integrazione per altri 4 mesi per i lavoratori della Gesip, in attesa che il Tribunale si pronunci sulla richiesta di fallimento volontario.

“L’amministrazione comunale – dice Angelo Figuccia, capogruppo del Partito dei Siciliani-Mpa a Sala delle Lapidi – deve spiegare agli ex lavoratori della Gesip che in un momento di profonda crisi economica, potere accedere agli ammortizzatori sociali è già una conquista. Molti di loro sognano di tornare a lavorare, un sogno assolutamente legittimo, ma lontano dal realizzarsi. I più giovani, forse, dopo una lunga fase di decantazione, che passa attraverso quattro anni di cassa integrazione da rinnovare ogni quattro mesi in deroga, più una fase di almeno due anni di mobilità, potranno tornare ad essere utili alla collettività”.

“Ciò considerato – prosegue Figuccia – gli ex dipendenti Gesip che hanno superato i 55 anni di età non torneranno mai più al lavoro, ma saranno accompagnati verso la pensione. Successivamente, i più giovani potranno essere inseriti nelle aziende partecipate del Comune o in questa ipotetica ‘Società consortile’, che molti considerano la panacea di tutti i mali ma che rischia di diventare, come sostengono parecchi esperti del settore, una vera e propria utopia”.

“E’ necessario – conclude Figuccia – che il Comune mantenga rapporti di stretta collaborazione con i Parlamenti Nazionale e Regionale, unici organi legittimati a legiferare in materia di ammortizzatori sociali, senza il cui aiuto nessun intervento è possibile”.

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.