Primo Piano

Gela, sequestrate trappole per cardellini

Il richiamo e la rete sequestrati

Un sequestro di materiale usato per uccellagione vietata è stato operato dagli addetti al servizio di vigilanza venatoria, tutela dell’ambiente e della fauna, compresa la vigilanza antincendio e quella sulla pesca nelle acque interne, di recente riattivato dalla Provincia Regionale di Caltanissetta.

Nel territorio di Gela (contrada Piana del Signore) una pattuglia tra quelle impegnate nel servizio ha infatti proceduto all’identificazione di un uomo che aveva predisposto trappole per cardellini.

Sono stati reperiti sul posto una rete di nylon, gabbiette, cassette per mangime, abbeveratoi da richiamo e altri strumenti con i quali erano stati già catturati cinque cardellini, che la pattuglia ha rimesso in libertà: tutto il materiale sequestrato è stato poi consegnato alla Ripartizione faunistico venatoria di Caltanissetta.

Prosegue proficuamente, dunque, il servizio di vigilanza assicurato dalla Provincia che, ricordiamo, viene espletato dall’associazione tra le imprese Sicurtransport Spa e KSM Spa di Palermo e Istituto di Vigilanza ANCR Srl di Belpasso, ed è svolto da guardie giurate sul territorio provinciale che è stato per questo suddiviso in undici zone, con turnazioni di controllo anche domenicali e notturne.

Comunicato Stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.