Primo Piano

Gay Pride: presentata manifestazione nazionale

Palermo Pride, foto internet

Presentati stamattina a Roma, presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati, il Palermo Pride Nazionale 2013 e Roma Pride 2013, due eventi centrali nella stagione dei pride italiani, che inizierà l’8 giugno con il Torino pride e che si concluderà il 29 giugno dopo aver toccato oltre 10 città, da sud a nord, in un rinnovato impegno per la richiesta del rispetto dei diritti delle persone LGBT.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti tra gli altri Titti De Simone – Presidente del Comitato Organizzatore di Palermo Pride Nazionale 2013, Andrea Maccarrone – Presidente del Circolo di Cultura Omosessuale “Mario Mieli” e portavoce del Roma Pride 2013, Rosario Crocetta, Presidente della Regione Siciliana, Leoluca Orlando, Sindaco della Città di Palermo, e Maria Grazia Cucinotta, attrice e produttrice cinematografica.

Il 22 le strade della capitale siciliana saranno attraversate dalla tradizionale parata, che  già dalle edizioni locali degli scorsi anni è stata vissuta e costruita da migliaia di palermitani come un evento che appartiene all’intera città, ed in cui tutte le battaglie di Libertà trovano una casa comune.

“Per la Sicilia e Palermo si tratta di un evento storico, che vedrà la partecipazione di decine di migliaia di persone provenienti da tutta Italia – afferma il Sindaco Leoluca Orlando – una partecipazione ancora più importante perché riconosciuta e valorizzata dalla presenza delle massime Istituzioni nazionali e oggi dall’adesione convinta della Regione e del suo Presidente, della Provincia e dal Patrocinio dell’Ambasciata degli Stati Uniti e di tutti i Centri culturali della nostra città. ”

“Abbiamo da subito sostenuto la candidatura della città al Pride Nazionale, perché abbiamo voluto affermare – dopo anni di buio e di oscurantismo – che a Palermo stiamo sperimentando la possibilità di costruire una comunità che sia basata non soltanto sulla legalità e il Diritto, ma soprattutto sui Diritti di tutti, sul riconoscimento e la valorizzazione delle differenze come elementi costituenti della nostra comunità.”

Parole confermate dal Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta che ha affermato che “la nostra è una battaglia per una società fuori  da qualsiasi ghetto, una società dove siano riconosciuti i diritti di cittadinanza per tutti”.

Palermo, capitale dei diritti civili. Roma, città aperta. Il Palermo Pride nazionale 2013 e il Roma Pride 2013 hanno deciso si presentare le rispettive manifestazioni in una conferenza stampa congiunta per dare forza e senso di coesione, centralità e unità alle rivendicazioni dei diritti civili che da Nord a Sud saranno il filo rosso dei Pride italiani. In un contesto di forte crisi economica e sociale intendiamo mandare un segnale chiaro di responsabilità e forza, perché le risposte che da troppo tempo aspettiamo sono ormai inderogabili.

Sabato 22 Giugno, Palermo.
La città si prepara ad accogliere le decine di migliaia di persone che parteciperanno agli eventi del Pride village più grande d’Europa e che percorreranno le strade principali del capoluogo siciliano. Il Comitato nazionale organizzativo del Palermo Pride Nazionale lancia un messaggio forte alla politica e alle istituzioni della Repubblica perché il Paese possa aprire le porte ad una vera riforma di cittadinanza e di pari opportunità per tutti, con la consapevolezza che i diritti non devono cedere il passo alle emergenze economiche, ma che invece costituiscono la necessaria base per progettare qualsiasi forma di sviluppo.

Fitto il calendario degli appuntamenti che dal 14 sino al 23 di giugno coinvolgerà il pubblico con concerti, dibattiti, confronti, animazione, danza, spettacoli teatrali, animazione per bambini, cinema e libri nel pride village più grande mai realizzato in Italia e forse in Europa: oltre 50.000 mq nell’area dei Canteri culturali alla Zisa. Il calendario si articola su più fronti: libri, cinema, teatro, mostre, dibattiti, party e tanta musica live, tra cui Roy Paci, Almanegretta, Frankie Hi Nrg, Nada, Immanuel Casto.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.