Cronaca

Furti di carburante in casa Amia, arrestato dipendente

Amia (foto Internet)

I continui ammanchi di carburante alle auto aziendali avevano insospettito l’azienda palermitana AMIA, tanto da rivolgersi al commissariato Porta Nova. Dopo diversi giorni di appostamenti, è finalmente venuto fuori il nome dell’incallito “ladro” di carburante: si tratta di Ignazio Mazzotta, 50 anni, addetto allo svuotamento dei cestini gettacarte.

Il dipendente è stato colto in flagranza quando, una volta terminato il turno di lavoro, è stato scoperto nell’autoparco di via Tasca Lanza mentre rubava circa 16 litri di benzina da alcuni mezzi aziendali. Mazzotta si serviva per i suoi colpi di pochi strumenti, ben custoditi nel suo scooter: un piccolo tubo di gomma, un bidone e qualche bottiglia di plastica, con i quali portava via molti litri di carburante a distanza di pochi giorni.

Le manette sono scattate appena l’uomo ha lasciato l’autoparco. Al momento l’uomo si trova agli arresti domiciliari. AmiaEssemme ha fatto sapere che “sono state avviate le procedure disciplinari che, per le infrazioni contestate, possono determinare la sospensione temporanea fino a dieci giorni dal servizio, nonché il licenziamento”.

Inoltre, la società ha annunciato che si costituirà parte civile.

Rosaria Cucinella

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

2 commenti

  1. Arrestato e licenziato. Hai barattato il tuo lavoro e la tua libertà per un po’ di benzina. Soprattutto di questi tempi. Complimenti, sei un genio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.