CulturaPrimo Piano

“Fuori/Confine. Palcoscenico multiculturale”. Domani appuntamento al Centro Amazzone

Palermo Capitale della Cultura 2018

(di redazione) Terzo incontro per il progetto “Fuori/Confine. Palcoscenico multiculturale”, sabato 5 maggio, alle 17,30, al Centro Amazzone di Palermo (ex convento dello Spirito Santo). L’iniziativa, a cura di Claudia Brunetto e Marta Occhipinti, ha già visto protagoniste le comunità del Capo Verde e del Bangladesh e rientra nel programma di attività sociali, culturali e artistiche del Centro Amazzone.

L’evento è inserito all’interno del calendario di attività di Palermo capitale italiana della cultura, con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini alla ricchezza culturale presente sul territorio.

Un incontro al mese con le comunità multietniche di Palermo per ricreare sul palcoscenico il mosaico di culture della città. Le comunità si fanno protagoniste coi loro racconti e performance artistiche, facendo conoscere i propri usi e costumi o confrontandosi con quelli della società ospitante. I loro dibattiti e testimonianze diventano, così, materiale di studio sociologico, oltre che semplice momento di condivisione, per ricerche e studi sul tessuto urbano di Palermo: dalle attività che contraddistinguono i membri delle comunità ai luoghi della città in cui si sono negli anni stabilizzati.

Nuova ospite del centro sarà la comunità Tamil, la più grande in Italia, presente a Palermo da oltre trent’anni come punto di riferimento della diaspora tamil. Grazie alla collaborazione del Comitato Coordinatore Tamil e delle scuole Tamil Cholai e Malathy di Palermo, i membri della comunità si racconteranno sul palcoscenico attraverso testimonianze e riflessioni politiche sulla tutela dei diritti umani e sull’attuale situazione di militarizzazione cingalese del nord est dello Sri Lanka. In programma, dibattiti sulla religione, tra cristianesimo e induismo, e danze tipiche realizzate dai bambini.

L’incontro sarà occasione per ricordare la commemorazione del massacro di Mullivaikal, avvenuto il 18 maggio del 2009.

Durante l’incontro, spazio anche alla cultura orale con la “Cantata di Ganesha”: esperimento di sincretismo artistico e culturale che vedrà
sul palco una piccola cantastorie tamil narrare la storia del Dio Ganesha, accompagnata dai disegni di Monica Saladino e le musiche di
Giulia Cancilla.  A seguire, degustazioni di prodotti tipici della comunità a cura del Comitato Tamil.

Per l’occasione interverranno l’assessora alla Scuola, Giovanna Marano, l’assessore alle Attività sociali Giuseppe Mattina, Stefano Edward Puvanendrarajah, rappresentante della comunità Tamil, DelfinaNunes Boaventura, presidente della Consulta delle culture.

Tags
Moltra altro

Articoli Correllati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.