Primo PianoSport

Formula 1, al via il Mondiale. Vettel il pilota da battere

(foto internet)

 

Inizia domenica 17 Marzo il campionato mondiale di Formula 1 sul circuito australiano di Melbourne. A difendere il titolo iridato è Sebastian Vettel, che guiderà la sua Red Bull alla conquista del 4°campionato di fila, cosa che in passato è riuscita solo a leggende delle quattro ruote come Schumacher e Fangio. Per le Ferrari di Alonso e Massa deve essere l’anno della riscossa dopo le delusioni dell’anno passato: a Maranello l’obiettivo principale sarà quello di avvicinare la scuderia austro-inglese che anche nei test invernali si è consolidata come squadra da battere. Gli uomini in rosso, guardando i dati ricavati dalle prove che si sono svolte sul circuito di Barcellona, si dicono ottimisti, ma precisano che è ancora troppo presto per poter valutare le condizioni reali delle monoposto. Negli ultimi due anni il Cavallino Rampante è riuscito a sopperire ad alcuni evidenti limiti tecnici grazie alla compattezza della squadra e alla capacità di lottare di Alonso, uno che non molla mai, ma questo non basta più per tentare di vincere il Campionato: la scuderia di Maranello non ha perso tempo e ha studiato tutte le mosse degli avversari in questi mesi prima dell’inizio del Mondiale. Ma un’idea più certa la si avrà già sabato dopo le prime qualifiche della stagione.
Ma attenzione, perché le Red Bull in questi primi test si sono nascoste: i due piloti Sebastian Vettel e Mark Webber si sono lamentati per la scarsa affidabilità delle gomme Pirelli, ma chi ha osservato attentamente i test parla di una vettura molto veloce e stabile soprattutto in curva. È certo che il progettista Adrian Newey, vero artefice dei successi della Red Bull in questi anni, sta lavorando in sordina per regalare altri trionfi ai suoi tifosi.
Un’altra scuderia che punta alla vittoria è la McLaren, che deve necessariamente ripartire dal finale dello scorso Campionato: la scuderia britannica vuole tornare a vincere, ma questo sarà un anno particolare. Sarà il primo senza Lewis Hamilton, passato alla Mercedes: al suo posto è arrivato il talentuoso Sergio Perez, pilota molto veloce, ma rimane un’incognita se consideriamo che questo sarà il primo anno in un Top Team. Al suo fianco è confermato Jenson Button, leader della scuderia.
Chi sogna di ritagliarsi uno spazio importante nella lotta per il titolo è la Mercedes, che dopo i disastrosi risultati ottenuti con Michael Schumacher alla guida, vuole fortemente voltare pagina e lo ha già fatto puntando su due piloti affermati del “circus” della F1: Lewis Hamilton e Nico Rosberg, che nelle ultime sessioni di test in Spagna hanno fatto registrare tempi da urlo. La gestione dei due potrebbe non essere però così semplice, ma nella scuderia tedesca si ha grande fiducia nella loro coesione sia dentro che fuori la pista.
Attenzione anche alla Lotus, che l’anno scorso non ha affatto sfigurato al cospetto delle squadre sopra citate: il campione del mondo Kimi Raikkonen si è guadagnato il terzo posto nella classifica generale, a suon di ottime prestazioni.
Una novità importante, sul versante televisivo, riguarderà da questo anno tutti gli appassionati di Formula 1: in Italia sarà Sky Sport, la pay-tv di Rupert Murdoch, a trasmettere in esclusiva integralmente in diretta tutti i 19 Gran Premi del Mondiale, mentre per la Rai saranno solo 9 i GP in diretta, tutti gli altri invece andranno in differita. Una notizia che ha generato in queste ore il disappunto dei tantissimi appassionati che avranno in pratica un servizio dimezzato sulla tv pubblica di Stato. Il primo appuntamento è fissato domenica 17 marzo per il Gran Premio di Melbourne alle 7 ora italiana (diretta su Sky Sport, differita su Rai 1 a partire dalle ore 13.55).

 

 

Francesco Agliata

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.