Economia & Lavoro

Formazione Sicilia, “la Cisl difende i lavoratori, non gli enti”

Maurizio Bernava

“Non so di cosa parli l’assessore Scilabra. La Cisl difende i lavoratori, non gli enti. E di fronte ad atti di illegalità, non ha mai avuto difficoltà a promuovere denunce agli organi competenti”.

È secca la replica di Maurizio Bernava, segretario della Cisl Sicilia, alle note polemiche rivolte al suo indirizzo, nel pomeriggio, dall’assessore regionale alla Formazione.

“Scilabra tenga un contegno consono al suo ruolo istituzionale”, afferma il segretario. “Non alzi i toni, non mistifichi”. Perché in Sicilia, semmai, il problema è la “mancata capacità di governo delle tante emergenze economiche e sociali per far fronte alle quali non bastano denunce”.

All’assessore, Bernava torna a chiedere di “assumere con responsabilità scelte di riforma del settore” e di fare piazza pulita di “quegli atti che hanno determinato condizioni insostenibili per i lavoratori”.

“Non ho mai dichiarato – afferma – che prima di revocare l’accreditamento allo Ial bisognava intervenire su altri enti poco virtuosi. Attribuirmi questo, è una provocazione”.

A qualche cronista che ha posto delle specifiche domande, precisa il segretario, “la mia risposta è stata che revocare l’accreditamento è una decisione che legittimamente compete al governo, ma che la revoca per mancato pagamento degli stipendi avrebbe dovuto coinvolgere il 90% degli enti perché è nella quasi totalità degli enti che si registrano ritardi notevolissimi nell’erogazione degli stipendi”. Per il resto, ripete Bernava, “noi difendiamo lavoratori. E null’altro”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.