Economia & Lavoro

Formazione Sicilia, Cisl: “Subito accordo, prosegue intanto la mobilitazione”

Giovanni Migliore, foto internet

Giovanni Migliore (responsabile Formazione Cisl Scuola) e Giorgio Tessitore (segretario regionale Cisl), dopo un ennesimo rinvio della riunione con il governo regionale, intervenendo sulla vertenza Formazione professionale hanno dichiarato: «Ribadiamo la necessità che si giunga presto alla stipula di un accordo che affronti tutte le questioni aperte nelle tre filiere, interventi formativi, O.I.F l’obbligo formativo, e sportelli multifunzionali del settore della Formazione professionale per gestire la situazione di grave emergenza sociale ed accompagnare il processo di riforma».

«In particolare bisogna provvedere alla prosecuzione con la seconda annualità dell’avviso 20, all’utilizzazione delle economie sui saldi degli anni precedenti per il finanziamento della proroga delle attività degli sportelli multifunzionali e all’ inserimento nel bilancio regionale delle risorse necessarie a cofinanziare le attività dell’O.I.F».

Inoltre la Cisl aggiunge «necessario anche l’inserimento della clausola sociale nei prossimi bandi per le attività del settore, a garanzia dell’occupazione per i lavoratori posti in mobilità da altri Enti di formazione; l’ utilizzazione integrata di tutti gli strumenti di sostegno al reddito e modifiche legislative utili a consentire il pagamento delle mensilità arretrate e non erogate a causa dell’insufficiente copertura economica dei Piani formativi degli anni passati; l’ accelerazione dei pagamenti degli acconti relativi alle tre filiere che consentano di pagare ulteriori mensilità dovute ai lavoratori; la realizzazione ed attuazione di un nuovo sistema di accreditamento degli Enti che assicuri la selezione dei soggetti gestori idonei ad innalzate la qualità degli interventi formativi orientandoli verso gli effettivi fabbisogni del mercato del lavoro».

Tessitore e Migliore hanno inoltre aggiunto «la scelta del governo regionale di stralciare dalla legge finanziaria le norme sulla formazione professionale inizialmente inserite, insieme alla scelta di proseguire con la seconda annualità dell’avviso 20, ha creato le condizioni favorevoli a proseguire il dialogo tra le istituzioni regionali ed il sindacato in un ambito di confronto permanente. Abbiamo apprezzato le disponibilità al dialogo offerta dal Presidente Crocetta e dall’Assessore Scilabra, ed in questo contesto ribadisce la propria disponibilità a contribuire ad accompagnare il processo riformatore tutelando al tempo stesso l’occupazione ed il reddito dei lavoratori»; e concludono «per queste ragioni restiamo in attesa di una convocazione utile alla stipula di un accordo, la mobilitazione dei lavoratori, che testimonia lo stato di crescente tensione nel settore, proseguirà nei prossimi giorni fino alla definizione di un’intesa utile a dare una chiara prospettiva riformatrice idonea a tutelare i lavoratori».

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.