Economia & LavoroPrimo Piano

Formazione Sicilia, al via il “piano Scilabra”

Foto internet

Via libera al “piano Scilabra”. È arrivato l’ok da parte degli enti di formazione che permette di avviare il percorso di riforma della formazione professionale siciliana. Il Governo ha confermato lo stanziamento di 220 milioni di euro previsto dal Piano per i giovani. Altri punti importanti dell’accordo sono: una task force per accelerare il pagamento degli arretrati, garanzie di continuità lavorativa fino al 31 dicembre per gli addetti degli sportelli multifunzionali, norme di semplificazione dei procedimenti, anticorruzione e anti-parentopoli, diversa modalità di utilizzo del Durc.

Giuseppe Raimondi della Uil Scuola dichiara:“Positivo l’accordo sulla riforma del settore della Formazione professionale che ha portato all’istituzione di un tavolo permanente tra enti, Regione e sindacati al fine di garantire i livelli occupazionali e risolvere ogni eventuale criticità sia sul piano finanziario che gestionale. Inoltre, il Governo si è impegnato ad avviare un’offerta formativa in una delle province siciliane più sguarnita: Caltanissetta. E’ un risultato concreto portato a casa grazie ad una forte e costante mobilitazione sindacale ma che rappresenta soprattutto un chiaro segnale di dialogo costruttivo da parte del Governo regionale”. E aggiunge: “Le nostre modifiche al piano di riforma sono state accettate. Si è capito quindi che le nostre istanze erano reali e non strumentali. Siamo estremamente soddisfatti per i risultati ottenuti. Risultati che permetteranno di garantire lavoro e lavoratori. Ma soprattutto per il clima instauratosi con l’assessore Scilabra. Stiamo attraversando una nuova fase sindacale e adesso possiamo parlare di apertura e di confronto con il Governo”.

Per Giorgio Tessitore e Giovanni Migliore, rispettivamente  segretario regionale Cisl Sicilia e coordinatore Cisl Scuola  regionale, con “l’immediata accelerazione dell’emissione dei mandati  di pagamento verso gli Enti per le attivita’ gia’ svolte, il Governo  assume l’impegno necessario a consentire di sbloccare i pagamenti  degli stipendi arretrati”. L’accordo, spiegano i due sindacalisti,  ”finalmente ripristina condizioni di serenita’ necessarie per avviare  il vero processo di riforma del settore, che la Cisl chiede con forza  almeno dal 2008 e che dovra’ raggiungere l’obiettivo di innalzare la capacita’ di erogare servizi utili alle imprese e ai lavoratori nel  mercato del lavoro”.

I segretari generali della Cgil Sicilia, Michele Pagliaro e della Flc regionale, Giusto Scozzaro, commentano positivamente l’accordo sulla formazione professionale sottoscritto da governo, sindacati ed enti. “Si fanno passi avanti significativi sulla strada della riforma – scrivono in una nota Pagliaro e Scozzaro – e contemporaneamente sono assicurati i livelli occupazionali, scongiurando una pesante crisi sociale”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.