Primo PianoScuola & Università

Formazione universitaria ‘oltre i confini’

Parlamento Unione Europea

La formazione universitaria può essere perseguita attraverso strade creative e divertenti e l’esperienza all’estero è certamente una di questa. Agli aspetti positivi facilmente immaginabili, legati al divertimento, alla possibilità di conoscere luoghi e culture diverse, si aggiunge la valutazione che tale attività ottiene nel mondo del lavoro.

Le opportunità per i giovani in tale direzione sono davvero tante. Il programma Llp Erasmus è certamente il più conosciuto: permette agli studenti di trascorrere un periodo di studi presso un Istituto di uno dei Paesi partecipanti al Programma, che abbia firmato un accordo bilaterale con l’Istituto di appartenenza. Il bando generalmente viene pubblicato nel mese di gennaio-febbraio per l’anno accademico successivo.

Ma esistono anche altri progetti che offrono agli studenti l’opportunità di studiare all’estero per un periodo da 3 mesi a un anno, come Socrates, Vinci, Erasmus Placement, Vulcanus. Informazioni su tutti questi bandi possono essere trovate sul sito dell’Ufficio Relazioni Internazionali dell’Università degli Studi di Palermo.

Dallo stesso sito web potrete attingere notizie sui tirocini da svolgere all’estero, attività lavorative o di stage attinenti al proprio percorso di studi e parzialmente retribuite. Tra questi programmi ricordiamo Leonardo e Crui.

Sul fronte dei progetti attuati dall’Unione Europea, l’ambito della mobilità didattica e professionale presenta un’offerta così ampia da indurre spesso in confusione. Sul sito Eurodesk, alla pagina Programmi Europei, potrete trovare informazioni chiare e dettagliate, suddivise per aree di intervento.

Per tutti questi programmi è possibile accedere a borse di studio e contributi per la permanenza nei Paesi stranieri. L’Ersu di Palermo, ad esempio, in base a requisiti di reddito e merito, concede sussidi per la mobilità. Vi consigliamo di consultare il bando di concorso sul sito dell’Ersu.

Nel mondo del lavoro un’esperienza formativa all’estero può essere valutata ancor più di una seconda laurea perciò preparate le valigie e varcate i confini della vostra conoscenza.

Valentina D’Anna

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.