Economia & Lavoro

Formazione, Bernava scrive a Crocetta “la Cisl non intimidisce nessuno”

Maurizio Bernava. Foto Internet

Maurizio Bernava, Segretario Generale Cisl Sicilia scrive al Presidente della Regione Rosario Crocetta su cambiamento sistema Formazione professionale dopo l’appello rivolto dal governatore ai lavoratori : “La Cisl non intimidisce nessuno, chiede solo tutele per le migliaia di operatori del settore, ed è particolarmente grave e offensivo se il Presidente allude alla nostra protesta. Chiediamo che chiarisca subito ed eviti di lanciare accuse generiche in modo equivoco. Non è nostro interesse e volontà esasperare un clima di tensione sociale arrivato gia al punto di difficile controllo. Chiediamo solo confronto e rispetto del ruolo del sindacato”. “Sbaglia se considera intimidazioni le proteste e le critiche sindacali. Apra subito il confronto, il nostro interesse è solo tutelare i lavoratori. Lo sentiamo un dovere particolare, i lavoratori sono terrorizzati ed impauriti per il loro futuro. Non vorremmo che intorno a Lei ci fosse qualche suggeritore ‘non del tutto libero da interessi’ ”.

Di seguito la lettera integrale.

Caro Presidente,

la Cisl da tempo, con coraggio ed autonomia ed ancor prima che Lei fosse eletto alla Presidenza della Regione, ha separato sindacato da gestione degli Enti Formazione. Come, adesso, Lei col governo intende separare interessi della Politica dalla proprietà degli Enti, ovviamente con livelli di responsabilità e fatica diversi. Solo per questo, il nostro sindacato meriterebbe più rispetto ed attenzione. Sbaglia se considera intimidazioni le proteste e le critiche sindacali. Separi e discerni i livelli di onestà tra interessi di pezzi di Politica e sindacato. Sulla Formazione bisogna discernere anche tra Sindacati e sindacati. Se l’intenzione è riformare senza macelleria sociale, apra subito il confronto.

Dalla Cisl Sicilia avrà proposte suggerimenti molto concrete su come ristrutturare, risanare e rilanciare settore della Formazione in Sicilia, alleggerito, ripulito e trasparente. Ci interessa tutelare solo i lavoratori. Lo sentiamo un dovere particolare, ancora più di altri e del suo governo. I lavoratori sono terrorizzati ed impauriti per il loro futuro. Non vorremmo che intorno a Lei ci fosse qualche suggeritore ‘non del tutto libero da interessi’. Ribadiamo ascolti i nostri suggerimenti per voltare davvero definitivamente pagina, ha il dovere istituzionale e sociale di indicare percorsi concreti di tutela dei lavoratori. Apra il confronto ed eviti atteggiamenti populistici, dovrebbe avvertire da sé la necessità di confrontarsi col sindacato per costruire tutele nei cambiamenti. Continuando così si crea il caos e il terrore fra i lavoratori senza costruire nulla di nuovo.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.