Primo Piano

Flop di Apple: le nuove mappe dell’app piene di errori

Flop di Apple: le nuove mappe piene di errori
Foto da Internet

Monumenti che scompaiono, città cancellate dalla faccia della Terra, aeroporti creati dal nulla e stazioni ferroviarie spostate nei luoghi più impensabili. Non è la recensione di un libro di genere fantascientifico o la trama dell’ultimo film del filone apocalittico-catastrofista. Si tratta invece di ciò che hanno visto con i propri occhi i possessori dei prodotti Apple con sistema operativo iOS6, l’ultimo partorito dal colosso californiano della tecnologia.

L’app con le nuovissime mappe prodotte dall’azienda di Cupertino fa acqua da tutte le parti. Numerosi errori vengono segnalati sul web dagli utenti Apple, alcuni davvero singolari. Sulla mappa di New York (in modalità “flyover”, ossia una sorta di visione panoramica in 3D) non c’è traccia della celeberrima Statua della Libertà e dell’altrettanto noto Ponte di Brooklyn, di alcune cittadine inglesi non si hanno notizie, a Dublino è comparso un aeroporto che in realtà non esiste. Le stazioni ferroviarie sono quelle maggiormente prese di mira: spariscono, finiscono nei parchi o all’ingresso degli alberghi.

Se il web si sta scatenando con segnalazioni curiose e commenti ironici, le associazioni per la difesa dei diritti dei consumatori attaccano duramente Apple. Il Codacons ha infatti dichiarato: ”Appare assurdo che una società all’avanguardia come la Apple si renda protagonista di errori così imbarazzanti. Ancor più assurdo se si considerano gli elevati prezzi pagati dagli utenti per prodotti che dovrebbero rappresentare la perfezione tecnologica e che invece, come nel caso delle nuove mappe, creano confusione e delusione. Per tale motivo l’associazione sta preparando una diffida nei confronti dell’azienda di Cupertino, finalizzata di chiedere la sospensione dell’aggiornamento IOS6 e il ritiro delle mappe contenenti errori, e non esclude la possibilità di azioni legali in favore dei possessori di iPhone, iPad e iPod Touch coinvolti nel disagio”.

TomTom, la compagnia che fornisce ad Apple il database per creare il sistema di navigazione difende il proprio prodotto mostrando fiducia sulla qualità delle mappe, che gli utenti hanno sempre apprezzato, con “65 milioni di navigatori portatili venduti nel mondo e oltre 1,4 milioni di TomTom app scaricate negli ultimi due anni”.

Le numerose polemiche sollevate hanno costretto Apple a replicare immediatamente a quanto accaduto, assumendosene la responsabilità ma imputando gli errori alla mancata esperienza sui software per la navigazione: “Abbiamo lanciato questo nuovo servizio cartografico sapendo che è un qualcosa di grosso e con esso siamo solo agli inizi. Tra le oltre 200 novità rese disponibili con iOS 6 agli utenti di tutto il mondo è presente anche Mappe, il nostro primo servizio di quel genere”.

I fan dell’azienda del compianto Steve Jobs attendono con impazienza le modifiche da apportare al sistema, sperando che stavolta a sparire siano solo gli errori.

Marco Cirincione

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.