Politica

Finanziamento istituto zootecnico, “adesso diventi polo attrazione turistica”

Foto internet

“L’approvazione della ristrutturazione di una parte dell’istituto zootecnico di Palermo, che prevede l’utilizzo di oltre 10 milioni di euro di finanziamenti del ministero dell’Università e della ricerca scientifica, rappresenta una boccata d’ossigeno per l’economia palermitana, considerato che darà la possibilità di creare, sia pure per alcuni mesi, posti di lavoro. Ma, soprattutto sarà consentita la rivalutazione di un luogo storico della città, nato nel lontano 1884 e che in tutti questi anni è stato il punto di riferimento della ricerca nel campo della zootecnia, con la valorizzazione di tutte le razze animali autoctone”.

Lo afferma Angelo Figuccia, consigliere comunale di Forza Italia, che prosegue: “Se da un lato il Consiglio Comunale si è dimostrato sensibile a questi temi, dall’altro lato l’Amministrazione Orlando non dà segnali per la rivalutazione di questo importante sito di ricerca che, al tempo stesso, rappresenta la storia della Sicilia ed è il fiore all’occhiello di quella che un tempo fu la “Palermo felicissima”, adesso scomparsa quasi del tutto.
Fiera del Mediterraneo, Cantiere Navale, Cantieri Ducrot, Keller: sono alcuni dei tristi esempi della grande industria scomparsa a causa della cattiva politica che non ha saputo gestire e rendere produttiva. Tutta la struttura dell’istituto zootecnico potrebbe oggi diventare un’attrazione turistica grazie anche alla sua posizione e alla sua costruzione risalente ad oltre un secolo fa, subito dopo l’Unità d’Italia.

Basterebbe poco per far diventare il sito una sorta di centro d’eccellenza per il turismo ecosostenibile ed enogastronomico. Ad esempio, sarebbe sufficiente sfruttare il latte prodotto attraverso la creazione di un caseificio locale, che potrebbe rappresentare un ulteriore sbocco occupazionale e un ottimo sistema di autosostentamento economico, invece di dipendere totalmente dai contributi erogati dalla Regione per una sterile sopravvivenza.

Adesso, mi batterò personalmente affinché il presidente della Regione Crocetta permetta la trasformazione del sito in un polo d’eccellenza della ricerca scientifica abbinato al turismo relazionale”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.