Cronaca

Ferrara: “La mafia è l’essenza della Sicilia… Quell’Isola maledetta”

Giuliano Ferrara, direttore del quotidiano “Il Foglio” e opinionista in varie trasmissioni politiche, è stato ieri ospite della diretta tv su La7 del programma di approfondimento sulla vita di Giulio Andreotti condotta da Enrico Mentana. Durante la discussione sui “rapporti” tra Andreotti e la Sicilia, la semplice, cara, graziosa lingua di Ferrara ha aiutato le corde vocali ad emettere dei suoni che si sono tramutati in una frase a dir poco vergognosa: “La mafia è l’essenza della Sicilia”, aggiungendo, come se non bastasse, ciò che evidentemente per lui è ritenuta una chicca, definendola “quella maledetta isola”.

Complimenti, davvero due pensieri molto gioiosi che ben fanno alla sua fama e che molto fanno indignare (non possiamo utilizzare la parola corretta in quanto proviamo a mantenere una nostra etica e non abbassarci al suo livello) l’orgoglio di chi come noi è siciliano ed è fiero di esserlo. Già, perché nonostante i numerosi problemi che possono esserci, non possiamo permettere che un giornalista italiano pronunci frasi così pesanti liberamente e non venga neanche bloccato o ripreso dal padrone di casa “MitragliaMentana e dall’altro ospite della trasmissione Antonio Padellaro.

La Rete è stata letteralmente invasa da critiche e polemiche; la cosa bella è che non sono solo siciliani a ribellarsi a queste deliziose dichiarazioni atte solo a sputare fango solo per la voglia di farlo, ma anche connazionali che vogliono comunque bene alla nostra Sicilia. Qualcuno ha anche aggiunto alle critiche il ricordo di quando qualche mese fa, sempre il nostro caro giornalista (che noi aspettiamo con ansia per accoglierlo a braccia aperte –sì certo, come no) parlava della trattativa Stato-mafia rilasciando le seguenti dichiarazioni: “L’inchiesta di Palermo non sta in piedi. Non c’è stata una trattativa. In tribunale è finito Mario Mori, un generale dei carabinieri che ha arrestato Totò Riina. A Palermo dicono tante minchiate. Questa è una puttanata inverosimile…”. Perdonate le parole scritte, ma sono quelle dichiarate ufficialmente da cotanto giornalista che, se non vuole essere raggiunto da pesci avariati in faccia e uova marce, sarà meglio non si faccia vedere in Sicilia per un bel po’. Anzi se si risparmia questa fatica a noi fa tanto piacere.

E cortesemente non rilasci a breve comunicati stampa in cui si scusa con la Sicilia asserendo di essere stato frainteso, perché è una solfa sentita e risentita. Grazie.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.