Economia & Lavoro

Falcone: “Rilancio economico della Sicilia si può fare evitando sprechi”

Foto internet

“I due terzi degli italiani poveri vive al Sud e la Sicilia, in questo triste contesto, detiene l’ancor più triste primato dell’indigenza” lo denuncia, dati alla mano, il vicepresidente del gruppo Pdl all’Ars, Marco Falcone.

“Dunque – come chiede Falcone con un proprio atto ispettivo indirizzato al presidente della Regione – cominciamo con l’evitare spese realmente inutili, vero schiaffo alla povertà in periodo così drammatico, dall’organizzazione per gli auguri di Natale a quelle per la cosiddetta rappresentanza fino all’uso indiscriminato dei fondi riservati”.

“Piuttosto – sottolinea Marco Falcone – si affrontino le immediate criticità, a cominciare dalla salvaguardia dei posti di lavoro all’avvio di una vera politica di sviluppo a bilancio invariato che noi riteniamo più che possibile. Si inserisca, poi, nell’agenda politica, un confronto forte con il governo nazionale affinché si riconsiderino nella giusta accezione le applicazioni degli articoli 37 e 38 dello Statuto e non siano, come dall’ultimo accordo, emblema di un rabberciato federalismo fiscale di stampo padano”.

“In momenti in cui il rischio di cassa integrazione fino a quello ben più duro della definitiva perdita del posto di lavoro è estremamente vivo e sentito – conclude Falcone – non possiamo esimerci da una politica che sia sì di rigore ma che, nello stesso tempo, tenga presenti i bisogni reali della gente e non soltanto un mero pareggio di bilancio, quando su uno dei due piatti pesano anche le spese superflue”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.