Primo Piano

Facebook: caccia ai ‘Mi piace’ fasulli

Foto Internet

Facebook è da tempo a conoscenza dei ‘Mi piace’ fasulli che proliferano all’interno del socialnetwork. L’azienda di Mark Zuckerberg e soci ha deciso di prendere seri provvedimenti contro tutti coloro che sfruttano in maniera irregolare i consensi, messi a disposizione da Facebook, per pubblicizzare il proprio prodotto o servizio.

È pratica ormai comune, infatti, procurarsi, in maniera più o meno ‘naturale’, i Like sulla propria pagina Facebook: i cosiddetti Marketer sfruttano le potenzialità del web 2.0, con escamotage totalmente gratuiti e immediati, oppure attraverso scambi di fan (a migliaia) a pagamento. Ma, ultimamente, si sono sviluppate possibilità ulteriori per i pubblicitari del web: con il semplice inserimento di uno script nella pagina FB o con la creazione di account fasulli si implementano i propri follower, con la conseguenza evidente di accrescere la propria visibilità e il proprio Brand. Ma solo all’occhio dei visitatori improvvidi. Vi è mai capitato di dover cliccare necessariamente ‘Mi Piace’, solo per poter vedere un contenuto liberamente condiviso? Ecco, questa è una modalità ingannevole per la collezione di seguaci ignari, proprio una delle attività che Facebook vuole combattere.

Facebook, attraverso il proprio blog ufficiale, non solo mette in guardia dai falsi ‘Mi piace’, in quanto pratica totalmente controproducente per il proprio marchio, ma avverte chiaramente i falsi profeti del web marketing che tali pratiche saranno prese di mira dal nuovo spider in via di progettazione: il nuovo algoritmo passerà in rassegna random le pagine fan e i vari account, valutando la reale validità o meno degli stessi.

Ecco come l’azienda promotrice della libera diffusione social spiega il proprio intervento:”in media, meno dell’1% di Like su ogni pagina verranno rimossi, annunciando chiaramente ai proprietari ed agli affiliati che non stanno rispettando i nostri termini. Questi sforzi – prosegue Facebook Security – sono stati recentemente automatizzati per rimuovere i ‘Mi piace’ acquisiti mediante malware, gli account compromessi, gli utenti ingannati, o i Like acquistati alla rinfusa. Anche se abbiamo sempre avuto protezioni dedicate contro ciascuna di queste minacce su Facebook, questi nuovi sistemi sono stati migliorati e sono stati configurati in maniera specifica per identificare e rimuovere i ‘Mi piace’ sospetti“.

Una vera presa di posizione contro tutti quei Marketer furbetti che vendono il proprio servizio come genuino, ingannando editori e aziende. Certo, l’1% di follower in meno non è proprio lo specchio di un efficace intervento di pulizia, ma è comunque un deterrente che potrà essere ulteriormente migliorato.

La battaglia del colosso di Zuckerberg contro i falsi Like è iniziata. Per proteggervi dagli attacchi sul vostro account, Facebook mette a disposizione questa pagina.

Ignazio Cusimano

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

3 commenti

  1. Le azioni di Mark Zuckerberg stanno crollando, nonostante gli accordi con Bing (Microsoft) e l’acquisizione di Instagram il colosso FB comincia a scricchiolare…Questo è un piccolo passo in avanti, ne serviranno molti altri per risistemare la situazione…troppi account fasulli, troppi auto-click su Advertiser…sembra una versione Beta tutta da ”Testare”…

  2. Bravi, continuate cosi, personalmente sarei anche disponibile a segnalare “l’abuso” quando si presentasse, cosa che avviene sempre + spesso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.