Moda-Società-Gossip

Fabrizio Corona e la vita in carcere: parla il fratello Federico

Fabrizio Corona sta scontando da oltre sei mesi una pena di 7 anni per estorsioni ai danni di diversi personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport nel carcere di Opera di Milano. Ora parla Federico, il fratello di Fabrizio, giornalista professionista, che ha rilasciato una lunga intervista al settimanale Di Più, dove racconta della vita che sta conducendo in prigione il paparazzo.

“Mio fratello non si è lasciato andare. Cerca di tenere il morale alto e cerca di pensare al giorno che uscirà. Ha un compagno di cella che è stato condannato a 18 anni per aver ucciso la zia nel 2010. Con lui va d’accordo. Per passare il tempo si allenano insieme. Entrambi hanno la passione per la palestra, per il fisico: cercano di rimanere in forma. Fanno flessioni, piegamenti e tutti gli esercizi ginnici che è possibile fare in una cella di pochi metri quadrati. Da questo punto di vista, Fabrizio non è cambiato in nulla rispetto al giorno in cui è entrato in carcere, anzi”.

Fabrizio cerca di tenersi aggiornato con il mondo esterno guardando la televisione, soprattutto i telegiornali. Ha iniziato pure a scrive un libro che uscirà a ottobre.

E di suo figlio sente molto la mancanza:  “Vorrebbe vedere suo figlio, Carlos, che non ha ancora incontrato nemmeno una volta. Gli manca da morire. Vorrebbe dirgli che un giorno torneranno a giocare insieme. Forse questa è la peggiore delle pene che sta contando Fabrizio: non vedere suo figlio è una cosa che lo sta facendo riflettere molto, che lo sta davvero spingendo a cambiare”.

Il fratello spiega che non è semplice dare l’ok per permettere al bimbo di fare visita al padre: “Per consentire a un bambino di incontrare il padre in carcere, ci vuole il parere positivo di uno psicologo del tribunale. Richiesto, è stato positivo, però ci vuole anche l’assenso del direttore del carcere, che per motivi burocratici purtroppo non è stato ancora dato. Siamo fiduciosi che presto tutto possa risolversi al meglio”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.