Primo Piano

Emergenza Bellolampo. Figuccia: “Una storia tragicomica che sembrerebbe non avere mai fine”

(di redazione) L’on. Vincenzo Figuccia deputato all’Ars e leader del Movimento CambiAmo la Sicilia:

“L’ emergenza perenne che viviamo a Palermo con la discarica di Bellolampo, divenuta oggi una vera e propria bomba ecologica, ha assunto i toni di una storia tragicomica che sembrerebbe non avere mai fine.

La notizia di oggi circa la negazione del conferimento dei rifiuti presso la discarica di Motta che, doveva ospitare i  rifiuti accatastati di Bellolampo trattati dal Tmb, a causa della percentuale di organico superiore al 15% segnalata dai gestori, rappresenta un ulteriore campanello d’allarme per la città di Palermo”.

Prosegue “Le responsabilità del disastro che vivono ad oggi sulla propria pelle i Palermitani, sono ascrivibili all’Amministrazione comunale, incapace  di gestire l’emergenza. Invece di puntare il dito contro i fantomatici  nemici complottisti il Sindaco Orlando e l’Assessore Catania dovrebbero farsi un esame di coscienza.
Negli anni, infatti, la mancata organizzazione  della RAP municipalizzata del Comune che si occupa di rifiuti – continua Figuccia – non ha saputo normalizzare il sistema, rendendo quest’ultimo in un perenne stato di crisi”.

“I mancati servizi di conferimento rivolti ai cittadini, come succede in tutte le metropoli moderne, sono praticamente inesistenti nella città di Palermo.
I cittadini negli sono stati costretti dal Comune ad attuare comportamenti non consoni – continua il parlamentare – come testimoniano le bassissime percentuali di raccolta differenziata lontane dagli standard minimi”.

“Occorre un’inversione di tendenza – conclude Figuccia – puntando a nuove tecnologie a basso impatto ambientale per trasformare Palermo da Babilonia a città virtuosa”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

2 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.