PoliticaPrimo Piano

Elsa Fornero critica il Mezzogiorno: assistenzialismo e “troppi” sussidi

Elsa Fornero. Foto Internet

Troppi sussidi e nessuna politica attiva del lavoro”: queste sono le accuse che il Ministro del Lavoro, Elsa Fornero, ha rivolto all’amministrazione del Meridione.

Reduce da un incontro con i vertici UE a Bruxelles, la Fornero è stata bacchettata a causa dell’incapacità delle regioni del Sud di produrre politiche attive, preferendo invece un mero e improduttivo assistenzialismo. Le critiche del Ministro colpiscono il modo di gestire la disoccupazione nel Sud Italia, dove non si farebbe concretamente  nulla per la reintegrazione nel mondo del lavoro e si elargirebbero comodamente sussidi e finanziamenti.

A confermare l’opinione della Fornero, anche il Presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, che ne fa una questione di mentalità più che di inefficienza: “Il Mezzogiorno è un pezzo fondamentale del nostro Paese: bisogna reagire, bisogna abbandonare la mentalità di ricorrere all’assistenzialismo che ci ha contraddistinto per molto tempo”.

Rimanendo in tema di politica del lavoro, il Ministro ha poi annunciato l’avvio di una importante iniziativa, dal nome “Apprendistato duale”, che interesserà la città di Napoli. Si tratta di un progetto che coinvolgerà le industrie tedesche con sede in Italia e, viceversa, gli stabilimenti italiani in Germania; obiettivo è sviluppare l’apprendistato e aprire le porte del mondo del lavoro ai giovani, riducendo anche l’abbandono scolastico.

Rosaria Cucinella

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.