Spazio Libero

Elisabetta Baldi, moglie di Caponnetto, al Centro Studi Culturale Parlamento della Legalità

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Nicolò Mannino sull’ingresso di Elisabetta Baldi, moglie del Magistrato Antonino Caponnetto, al Centro Studi Culturale Parlamento della Legalità

Con quella dolcezza e altrettanta determinazione che la contraddistingue da anni, da quando camminavamo insieme anche dentro le blindate per raccontare delle stragi di Capaci e Via D’Amelio, “nonna Betta” ( così ama essere chiamata da chi Le vuole bene e continua a portare avanti un messaggio di riscatto) ha aderito al Centro Studi Culturale Parlamento della Legalità con la nomina di “Collaboratore di Presidenza”.

La cerimonia si è svolta a Firenze, dove lei abita, grazie all’amico fraterno Pietro Zarra che ha voluto dar un luogo alla sede del nostro movimento per proporre in terra Toscana un progetto formativo culturale che guarda ai grandi valori della Vita.

Nonna Betta, sempre forte e eternamente innamorata del suo magistrato”Nonno Nino” è arrivata puntualissima per raccontare i suoi anni trascorsi accanto a una persona fantastica, vera, dolce ma convinto nella lotta alla mafia…lo stesso che ha incoraggiato la nascita del Parlamento della Legalità divenendone primo “Presidente Onorario”-

Dinnanzi ad una platea attenta, a tratti commossa, cittadini arrivata da Pistoia, Firenze, Valmorea (Prov. Como), Nonna Betta ha parlato per un bel po’ di tempo per raccontare un impegno antimafia che non risparmiava intimidazioni e che la vedeva quotidianamente accanto a un magistrato che dopo la morte del giudice Rocco Chinnici ha accettato di venire a Palermo, tutelata dalla Guardia di Finanza, e agire con il pool antimafia (al quale aderirono Giovanni Falcone e Paolo Borsellino) per ridare speranza a quei siciliani che dietro la bara di Paolo gli urlavano a squarcia gola “Non ci abbandonare…”- Anni bagnati da tanto sangue, eventi luttuosi, pianto e dolore che forse alcuni adesso fanno finta di dimenticare. Ma Nonna BETTA NO. Lei ricorda e racconta. Noi ricordiamo e continuiamo.

Chi pensa di bloccare questo cammino renderà conto davanti a DIO. Non perché lo pensiamo o lo diciamo noi…ma l’ha ricordato Giovanni Paolo II nella Valle dei Templi quel 9 Maggio 1993 quando affermò”Lo dico ai responsabili …Verrà una volta il Giudizio di Dio”.

E così la Presidenza del Parlamento della Legalità si arricchisce di una bella persona che si aggiunge a quanti hanno già scritto il loro nome e cognome nel registro dei collaboratori di Presidenza, tra questi, Maria Falcone, il Segretario Generale dell’Associazione Nazionale Magistrati Maurizio Carbone, Caterina Chinnici, il Presidente del Senato Pietro Grasso che il 27 giugno ha accolto la nomina a Presidente Onorario del Parlamento della Legalità ,nomina che nel 2000 fu proprio di Nonno Nino Caponnetto.

Il resto si commenta da se…a tutti l’augurio di continuare a crederci per avere il coraggio di guardare negli occhi i piccoli, gli adolescenti, i giovani e dire loro “Non è tutto finito…”

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.