Primo Piano

Elio Ficarra e Igor Gelarda: “La Lega non dimentica le fasce deboli dei cittadini. Approvate nuove misure fiscali”

Da sx Igor Gelarda ed Elio Ficarra

(di redazione) Elio Ficarra, responsabile provinciale della Lega per gli enti locali di Palermo, nonché consigliere comunale e vicecapogruppo a Sala delle Lapidi, ed Igor Gelarda, capogruppo al Consiglio comunale e responsabile enti locali sicilia della Lega, hanno commentato la recente legge di Bilancio, (ndr L.145/2018), con particolare riferimento al saldo e stralcio, una delle più rilevanti novità inserite nella pace fiscale.

“Si tratta – spiegano Ficarra e Gelarda – di una misura fiscale che si pone accanto alla rottamazione ter e volta a fornire un aiuto ai contribuenti in difficoltà economica. La misura, infatti, approvata nella legge di Bilancio 2019, è strettamente correlata al reddito del contribuente, permettendogli di pagare il debito in base alla propria capacità contributiva, ottenendo il cosiddetto saldo e stralcio dei debiti con il condono di interessi, sanzioni e quota capitale al fine di sanare la posizione con il fisco.

Tale misura è rivolta ai soli contribuenti persone fisiche, non essendo ammessa per le società, e riguarda le esposizioni debitorie provenienti dall’omesso versamento di imposte derivanti dalla dichiarazione Irpef e Iva, affidati all’Agenzia delle Entrate dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2017. I contribuenti che si trovano in difficoltà economica dunque potranno, per la prima volta, presentare entro il prossimo 30 aprile apposita istanza per dimostrare il possesso dei requisiti di reddito. Coloro che saranno ammessi al beneficio, quindi, potranno versare le somme affidate al fisco, che saranno calcolate sulla base di 3 aliquote diverse in base a 3 scaglioni di reddito Isee, fino al limite massimo fissato a 20.000 euro.

In particolare – aggiungono Ficarra e Gelarda – sono state previste 3 aliquote in misura pari a: 16%, se l’Isee del nucleo familiare del contribuente sia inferiore a 8.500 euro; al 20% se l’Isee sia compreso tra 8.500 e 12.500 euro; al 35%, qualora l’Isee del nucleo familiare del contribuente sia compreso tra 12.500 e 20.000 euro”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.