PoliticaPrimo Piano

Elezioni Regionali, il proliferare dei ‘partiti/sindacati’

Foto Internet

Un partito politico è un’associazione di persone che non deve rappresentare interessi di parte, ma offrire una propria visione della gestione dello Stato e della vita pubblica.

Da tempo, però, si assiste alla nascita di strani partiti politici dai cui nomi si evince un allontanamento da tale principio, assomigliando sempre più a sindacati di categoria. Ricordiamo, ad esempio, il “Partito dei Pensionati” che si prefiggeva l’obiettivo di fare gli interessi di chi aveva raggiunto l’agognato “status”. Se esso era, comunque, un caso isolato, ultimamente, invece, la presenza di questi pseudo partiti sembra stare diventando la normalità.

Infatti, per le politiche della Regione Siciliana stiamo assistendo alla nascita del “Partito dei Sindaci” ideato da Lucio Di Gangi primo cittadino di Bompietro, paesino sulle Madonie.

Abbiamo anche il “Partito dei Preti” promosso da una ventina fra sacerdoti e laici vicini alla Chiesa, guidati dal parroco palermitano don Felice Lupo, dopo aver ottenuto il consenso dal Vaticano.

Registriamo, infine, la presenza di uno stravagante “Partito Anti Equitalia” che non a caso ha scelto come testimonial quel Diego Armando Maradona da decenni atteso in Italia per sanare il suo debito con l’Erario e la Giustizia.

Marcello Russo

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.