Scuola & Università

Election day all’Università di Palermo. Ecco i candidati

Università di Palermo. Foto Internet

Si da il via alle elezioni all’Università di Palermo dei rappresentanti degli studenti, il Senato accademico, il Consiglio d’amministrazione, il Cus e il Cnsu. Giovedì pomeriggio verranno certificati i risultati definitivi. I seggi saranno aperti oggi e domani dalle 8,30 alle 19 (oggi) e dalle 8,30 alle 14 (domani) e chiuse le elezioni si avvia allo spoglio, iniziando con le schede per il Cnsu.

Marco Sucameli, consigliere uscente dell’Udu al Cda ha commentato dicendo «l’affluenza finora è bassissima, c’è un calo di circa il 40 per cento rispetto alle ultime elezioni. Questo è dovuto innanzitutto al calo degli iscritti, ma anche al mancato rinnovo, in questa tornata, dei componenti dei consigli di facoltà e dell’Ersu, che saranno eletti in autunno».

I candidati degli otto seggi per gli organi d’ateneo e per quelli al Consiglio nazionale sono: Sara Pizzillo e Mauro Scibetta dell’Udu per il Consiglio d’amministrazione. Intesa Universitaria candida invece Chiara Ficano e Pasquale Mistretta. Infine lista Rum, Vivere Ateneo e Uni per Cento propone Marco Tirone e Chiara Stagno.

Nella corsa per i quattro posti al Senato invece i candidati sono: Carlotta Provenza, Alessandra Cianciolo, Ruggero D’Amico e Manfredi Sestito. Intesa universitaria propone invece Luisa Badalamenti, Veronica Caroniti, Mirko Romano e Giuseppe Tricoli e Run candida Pasquale Pillitteri, Alessandro Contento, Cristina Cuffaro e Tiziana Di Trapani.

Corrono in sei invece per i posti disponibili nel direttivo Cus: Valeria Vitrano e Angelo Moscarelli per l’Udu,  Vincenzo Galifi e Simona Perricone per Intesa universitaria, Ibrahim Kobena Ouattara e Alessandra Giusi Lo Monaco per  Run.

In merito al Cnsu i sette posti sono contesi da Salvo Di Chiara per Udu – Rum, Gaetano Sciortino per Azione universitaria, Silvia Catalfamo per Ateneo studenti, e Salvatore Iacono per Run.

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.