Primo Piano

‘Earth Hour’, il mondo al buio per un’ora

Tour Eiffel (Afp)

Si protesta contro il riscaldamento climatico, e 150 Paesi del mondo hanno spento l’illuminazione di monumenti e bellezze artistiche e naturali, per un’ora, a partire dalle 20.30 locali, sostenendo in questo modo l’iniziativa del Wwf. Sydney in Australia è stata la prima città a dare il via all’operazione “Earth Hour” ( Un’ora senza luce ), organizzata a partire dal 2007 per mobilitare il mondo contro il riscaldamento climatico.

Subito dopo Sidney hanno spento le luci la Porta di Brandeburgo a Berlino, la torre più alta del mondo Burj Khalifa a Dubai, lo stadio olimpico di Pechino, la vecchia cittadella di Erbil in Kurdistan, il Cremlino a Mosca, ma anche le cascate del Niagara, la Sirenetta di CopenaghenIn Italia, tra gli altri, la Mole di Torino, La Scala a Milano, il David di Michelangelo a Firenze, piazza San Marco a Venezia e piazza di Spagna a Roma.

Una manifestazione “iniziata a Sydney nel 2007 con due milioni di persone è divenuta una tradizione in tutto il paese e nel mondo intero” ha commentato Dermont O’Gorman, direttore del WWF-Australia.  “Lo scorso anno – ha detto ancora Ridley – 7000 località in 152 Paesi del mondo hanno partecipato, vale a dire un aumento del 30% rispetto al’anno precedente”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.