Primo PianoSpazio LiberoSport

E’ Tina la regina del National Pitbull a Palermo ma ha trionfato la sportività!

Un week end all’insegna della cinofilia, destinato a essere ricordato dagli appassionati di pitbull per la formula dimostratasi vincente e messa in campo dall’Associazione Gruppo Cinofilo dei Mille, dove organizzazione, competenza, “ fair play”, sono stati protagonisti assoluti della giornata di gara.

Sabato pomeriggio ad aprire ufficialmente “la due giorni cinofila”, l’atteso convegno dall’emblematica denominazione “Educa non Discrimina”.

Il Pitbull una razza ancora ufficialmente non riconosciuta in Italia ma spesso sotto “l’occhio del ciclone” per i numerosi episodi di cronaca che l’hanno resa impopolare e negativamente famosa per eccesso di aggressività.

Un  cane estremamente socievole verso l’uomo se ben socializzato e selezionato. Questo il messaggio chiaro e univoco che i giudici relatori hanno “lanciato” sabato pomeriggio durante il dibattito prima della gara.

Mike Morabito, Marianna Biggi, Luigi Bertini, Massimiliano Gusai, Daniele Rizzacasa, Luigi Iodice, profondi conoscitori della razza, giudici di elevatissime competenze tecniche hanno risposto per oltre due ore alle numerose domande poste dagli appassionati presenti in sala.

Domande tecniche sulla tipicità morfologica del pitbull, poste da un pubblico selezionato e attento ai quali i relatori non si sono sottratti fornendo consigli e pareri. Ma l’accento è stato posto soprattutto sulla poliedricità di impiego di questo cane se ben indirizzato e Mike Morabito ha chiaramente affermato:” Non è un cane per tutti, e sicuramente non può essere considerato un estensione dell’ego è un cane che va opportunamente socializzato e gli esemplari aggressivi non devono essere usati per la riproduzione”.

Incisive le parole di Massimiliano Gusai a sottolineare l’impegno morale e consapevole nell’acquisto di un animale:” Io da allevatore nel momento in cui devo cedere un cane faccio capire a chi lo acquista che non è un impegno da sottovalutare, anche economicamente, bisogna essere preparati ad affrontare le spese che la vita di un essere vivente prevede durante il suo svolgimento, quindi più volte non ho venduto un pit a persone che non mi davano sufficienti garanzie per il futuro e il benessere del quattro zampe”.

Marianna Biggi ha trattato sui corretti metodi da mettere in pratica per la presentazione di un cane in gara.

“Ed ancora l’ invito ad acquistare cani sottoposti e frutto di attenta e mirata selezione genetica per evitare di andare incontro a spiacevoli inconvenienti che spesso il web riserva agli sprovveduti e poco consapevoli acquirenti di cani alla prima esperienza”, ha affermato Daniele RizzaCasa.

“Appassionati siciliani con tanta voglia di elevare qualità e competenze cinofile su questa razza, sempre più preparati anno dopo anno”, queste le parole espresse coralmente da Luigi Bertini e Luigi Iodice.

A margine del convegno Fabio Lo Iacono, uno degli espositori, ha sottolineato l’importanza per la crescita di una cultura cinofila di qualità di un dibattito di così alto livello dovuto alla professionalità dei relatori.

Domenica la giornata di gara una maratona durata fino al tramonto.

Sei i ring predisposti dall’organizzazione, dove nella confortevole location del Centro Ippico Chirone, un numero considerevole di esemplari ha sfilato sotto l’occhio attento della selezionata giuria.

Cani separati nei giudizi dai due tipi di standard previsti dalle Associazioni ufficiali di categoria . Diversa la struttura morfologica nelle due specie in gara, una delle quali si rifà esplicitamente a un cane più leggero come all’origine della razza. Per la categoria che richiama il “pit delle origini” hanno giudicato Mike Morabito e Daniele Rizzacasa nei due spazi riservati. Mentre per il pit morfologicamente più moderno, predisposti quattro ring supervisionati rispettivamente da Massimiliano Gusai, Luigi Bertini, Marianna Biggi, Luigi Iodice. Tutti i cani in gara sono stati giudicati per classe di età baby 3- 5 mesi;puppy 6- 9 mesi; Yuniores 10- 15 mesi; Giovani 16-23 mesi; Adulti da 24 mesi in poi; spareggi per il migliore di classe tra maschie e femmine.

L’unicità della gara è stata, che tutti i cani presenti alla competizione sono stati giudicati a turno  da tutti i giudici questo a rafforzare l’importanza della manifestazione , non soggetta a interferenze sui pareri di volta in volta espressi riguardo gli esemplari in gara.

Tra spareggi, primi di classe, coccarde, ed applausi si è andati avanti per oltre 10 ore . Una grande correttezza dei proprietari e degli handlers che hanno avuto tutti grande senso si sportività nell’accettare i giudizi ha confermato  che la passione cinofila e la voglia di esserci ha prevalso sullo spirito agonistico della giornata.

Ed ancora tutti molto attenti nella gestione dei propri animali, tanto che il medico veterinario di servizio Francesca Lo Cicero intervenuta una sola volta per soccorrere un cane con un probabile corpo estraneo nel naso ha affermato:” Oggi i tanti proprietari di cani hanno dato prova di grande maturità, nessun incidente dovuto a superficialità di comportamenti”.

Tina il pitbull che dopo un avvincente spareggio è stata proclamata regina della giornata con l’accordo di tutti i giudici, incisive le parole spese alla proclamazione da Paolo Milone vice Presidente dell’Associazione Gruppo Cinofilo dei Mille:” Ha vinto il cane che per tipicità si rifà di più alle origini della razza”.

Tina , 18 mesi di proprietà del palermitano Vittorio Sanghez si è affermata su DJango maschio 18 mesi di proprietà di Andra Vaccaro da Altofonte.

Il migliore puppy assoluto è Venere femmina 7 mesi di Andrea Gambino da Bagheria.

Tanti gli esemplari tipici e di grande bellezza pluripremiati durante la giornata tra questi, Tigre di Antonio Santo Nicola, Perla già campionessa italiana di Vincenzo Buscemi, Zeus di Michele Salamacca.

Arrivederci presto al prossimo National in città, con l’augurio che L’Associazione Gruppo Cinofilo dei Mille sviluppi presto nuovi appassionanti incontri per i tanti amanti dei quattro zampe in città.

Massimo Brizzi

[nggallery id=108]

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.