CronacaPrimo Piano

E’ prevalso l’interesse pubblico, il Tar ha sbloccato l’appalto di 6 milioni di euro per la fornitura di materiali per laboratori.

Una gara indetta dall’Asp e arenata  a causa di un ricorso presentato dalla Medical System Spa nei confronti della Desit Spa, aggiudicataria della fornitura.

Il blocco della commessa di sistemi automatici destinati ai laboratori d’analisi dell’azienda sanitaria avrebbe reso difficile l’esecuzione di analisi cliniche nei presidi ospedalieri.

Strumenti fondamentali quali reagenti, anti sieri , l’analisi patologica e per la coagulazione, la diagnostica allergologica e la ricerca di patologie autoimmuni.

I giudici del Tribunale Amministrativo Regionale hanno respinto la richiesta di sospensiva e quindi sbloccato l’appalto, non avendo riscontrato illogicità o palesi contraddizioni nelle valutazioni del seggio di gara.

Tra l’altro l’importanza, l’urgenza e l’utilità  dell’uso delle apparecchiature e delle strumentazioni ha fatto prevalere l’interesse pubblico.

Soddisfatti i commenti dall’azienda sanitaria per lo scampato pericolo, che avrebbe di fatto rischiato di non far funzionare al meglio i laboratori di analisi dei presidi ospedalieri dell’Asp  e di Antonio Candela direttore generale che con perseveranza ha sostenuto l’assolutà necessità delle apparecchiature di laboratorio bloccate dalla sospensiva per il giusto funzionamento dei presidi sanitari. 

Ancora  un appalto sbloccato dal Tar che chiamato in causa per la sospensiva chiesta da Ksm, riguardo l’appalto, in tema di vigilanza e sicurezza in tutte le strutture dell’azienda sanitaria, aggiudicato da Mondialpol Security, ha qualche giorno fa respinto la sospensiva, facendo partire il servizio aggiudicato.

 

 

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.