Scuola & Università

Dormire proni stuzzica i sogni erotici. Ma lasciate l’iPhone fuori dal letto…

Foto Internet

Sarebbe bello trovarsi dentro qualche ufficio di ricerca nel momento in cui il team di studiosi decide di occuparsi del sesso. Vedere le facce stupite e quelle soddisfatte al momento del fatidico annuncio: “Da oggi cercheremo di scoprire perché si fanno i sogni erotici!”. Scoppieranno fragorosi applausi? Chissà, per ora possiamo solo immaginarlo e leggere i risultati di tali goliardiche analisi, partendo proprio dalla connessione stretta che ci sarebbe tra la posizione assunta durante il sonno e i sogni “hot”.

A scoprire questo legame sono stati alcuni studiosi dell‘Università di Hong Kong, diretti dal dottor Kalvin Kai-Ching Yu, sottoponendo 670 studenti ad un test tramite il quale dovevano scrivere quante ore dormivano, con quale frequenza sognavano, cosa sognavano e in quale posizione preferivano dormire. Supini? Di lato? Proni? Sembra una stupidaggine, ma non lo è.

Dormire a pancia in giù, infatti, comporta una minore affluenza d’ossigeno, un fattore che stimolerebbe una fantasia particolare, quella sessuale appunto. Con il vostro partner, con un amico, con uno sconosciuto, più spesso – a quanto sostengono sempre i curiosi ricercatori di Hong Kong – con personaggi famosi dello spettacolo. Probabilmente gli studenti presi a campione dal caro Kalvin confiderebbero di aver immaginato una notte di piroette con Tony Leung, protagonista tra gli altri nel film di Ang Lee “Lussuria”. Come ti sbagli. In ogni caso, non fate leggere questo articolo al vostro compagno o alla vostra compagna: se cominciate a vederli dormire a pancia in giù, sarà un bel colpo al vostro ego.

Se invece siete dei maniaci del cellulare, vivete attaccati all’iPhone o al blackberry in attesa di tweet interessanti, mail di lavoro o foto divertenti postate su Facebook, magari portandovi l’apparecchio dentro il letto per dargli una sbirciatina subito prima di spegnere la luce, state in guardia. Significa che pensate sempre meno a fare l’amore o che presto smetterete del tutto.

Secondo gli esperti, l’attività sessuale è diminuita ben del 70% in quelle coppie che usano portarsi fin sotto le lenzuola smartphone, iPad e pc portatili, con gli uomini che facendo così mettono a rischio la qualità dei loro spermatozooi, che diventano pochi, deboli e lenti.

Insomma, siete ancora sicuri che stare sempre online tramite il proprio cellulare sia così “figo”?

Valerio Valeri

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.