CronacaPrimo Piano

Domani sciopero degli autobus: disagi in tutta Italia

Alcune linee autobus di Palermo (foto internet)

Martedì 2 Ottobre è previsto uno sciopero nazionale dei trasporti, come comunicato in una nota diffusa dai sindacati di categoria Filt-Cgil, Uiltrasporti, Fit-Cisl, Ugl trasporti e Faisa-Cisal, a causa delmancato rinnovo del Contratto Collettivo nazionale di Lavoto (CCNL), scaduto ormai dal 2007.
Ecco il testo della nota diffusa il 28 Settembre:

“Il CCNL è un sacrosanto diritto degli autoferrotranvieri ed internavigatori, per la difesa del reddito e, soprattutto, dei diritti e della dignità del lavoro, e rappresenta lo strumento fondamentale per la stabilizzazione del settore, il rilancio del trasporto pubblico collettivo, il consolidamento della prospettiva del nuovo CCNL della Mobilità.

La crisi economica ha prodotto pesanti tagli alle risorse destinate alle aziende di trasporto pubblico locale: alcune sono già fallite, altre sono in liquidazione, molte hanno dovuto ridurre i servizi e le manutenzioni, con meno corse, mezzi vecchi e più sporchi, minore sicurezza e pulizia.

Martedì 2 ottobre, a causa dell’irresponsabile atteggiamento di Asstra e Anav e della  non curanza delle istituzioni, i cittadini, oltre ai disagi a cui quotidianamente sono sottoposti, dovranno scontare un ulteriore sacrificio. I lavoratori e le Organizzazioni Sindacali ne sono consapevoli, ma chi doveva intervenire per evitarlo non lo ha fatto.

Autobus, filobus, tram, metropolitane, ferrovie concesse, traghetti dei laghi e della laguna veneta, funicolari e funivie, che ogni giorno trasportano milioni di cittadini rimarranno fermi nei depositi per la giusta lotta dei lavoratori necessaria per denunciare lo stato di grave crisi in cui verte l’intero settore ed arrestare l’altrimenti inesorabile declino del trasporto pubblico.

Lavoratori e utenti hanno gli stessi interessi e sono uniti dalla necessità di avere nelle nostre città aziende più moderne, più grandi e meglio gestite per un servizio di trasporto pubblico efficiente, efficace ed economico, che serva da volano di crescita per aiutare il Paese ad uscire dalla pesante crisi economica che attraversa”.

A partire, dunque, dalle 21 di questa sera, per le 24 ore successive, si accuseranno forti disagi in tutta Italia. E’ consigliabile, prima di mettersi in viaggio, contattare il centralino dell’azienda di trasporti della propria città. A Palermo lo sciopero si protrarrà dalle 8:30 alle 17:30.

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.