Economia & Lavoro

Disegno di legge per introdurre il contratto regionale di lavoro

Apprendistato. Foto Internet

Il Gruppo parlamentare Lista Musumeci (primo firmatario il capogruppo Santi Formica) ha presentato un disegno di legge per la riforma del mercato del lavoro e per approvare nuove norme per l’incremento dell’occupazione in Sicilia.

Il Ddl si prefigge di agevolare l’accesso al lavoro in Sicilia, attraverso la previsione dello strumento del contratto di lavoro regionale, che potrà essere attivato dalle parti per adeguare i contratti collettivi nazionali di lavoro alle esigenze e alle specificità della Sicilia. Una novità, quella della contrattazione regionale, che tiene conto delle peculiarità siciliane e che servirà a realizzare una legislazione più aderente ai lavoratori della nostra regione.

Il testo prevede poi un ventaglio di benefici, volti a creare nuovi posti di lavoro, attraverso meccanismi incentivanti, da attivare attraverso l’utilizzo delle normative europee. Fra questi, è prevista l’approvazione di un piano straordinario per l’occupazione, rivolto ai lavoratori svantaggiati, molto svantaggiati e disabili.

Nel disegno di legge sono, inoltre, previste misure volte a favorire l’apprendistato, la formazione in azienda, le piccole imprese, nonché l’incontro fra domanda e offerta di lavoro.
In particolare, per i datori di lavoro che aumentino il numero di dipendenti, è prevista l’erogazione di un contributo annuale di 4.000 euro per tre anni da parte dell’Assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro.

“Se approvato – sottolinea il capogruppo della Lista Musumeci Santi Formica – il nostro progetto di riforma del mercato del lavoro sarà uno strumento importante per attrarre nuovi investimenti nell’Isola”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.