Economia & LavoroPrimo Piano

IL DIPARTIMENTO FAMIGLIA ARRIVA IN PERIFERIA ATTIVATI NOVE SPORTELLI SIA

IL DIPARTIMENTO FAMIGLIA ARRIVA IN PERIFERIA ATTIVATI NOVE SPORTELLI SIA

Gianluca Miccichè (foto internet)
Gianluca Miccichè (foto internet)

(di redazione) L’Assessore alla Famiglia Gianluca Miccichè: “Attraverso il decentramento delle attività nelle sedi periferiche, vogliamo sostenere il territorio per il pieno utilizzo delle risorse disponibili”

Palermo 3 agosto – E’ stato pubblicato questa mattina il decreto con il quale è istituito, presso i nove Servizi Centri per l’Impiego della Sicilia (Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e

Trapani) lo Sportello Sia per la Famiglia, al fine di venire incontro alle esigenze dell’utenza, che potrà usufruire di tutti quanti i servizi e le opportunità, fino ad oggi ad esclusivo appannaggio della sede centrale di Palermo del Dipartimento Famiglia.

L’obiettivo è quello avvicinare quanto più possibile il territorio ai cittadini, attraverso la presenza in loco di personale specializzato e qualificato, per l’espletamento di tutte quante le attività istituzionali, che coinvolgeranno anche Comuni e Terzo Settore.

Partecipazione a interventi mirati alla ricerca attiva del lavoro, tirocini, borse lavoro, formazione, cura dei figli, scuola, salute e disabilità, sono soltanto alcune delle azioni che saranno messe in atto dagli Sportelli per venire incontro a cittadini e nuclei familiari in condizioni economiche di estremo disagio.

A renderlo noto è l’Assessore alla famiglia e politiche Sociali, Gianluca

Miccichè: “Per la prima volta, attraverso il decentramento delle attività nelle sedi periferiche, gli Sportelli Sia,  svolgeranno un’attività di coordinamento dei Centri per l’Impiego, nell’ambito della misura SIA, favoriranno la stipula di accordi di collaborazione con i Distretti socio sanitari e con altri soggetti istituzionali, ai fini della predisposizione e attuazione dei progetti personalizzati di presa in carico dei nuclei familiari beneficiari e sosterranno i Comuni per l’attuazione delle politiche sociali, della famiglia e giovanili”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.