Scuola & Università

A dieta prima di Natale? Affidati alle App “dimagranti”

App dimagranti

Se qualcuno sta pensando di mettersi a dieta prima dei bagordi natalizi, la soluzione è a portata di click: basta soltanto qualche secondo per immettere nel proprio smartphone una simpatica app che vi aiuterà a dimagrire. Ne esistono tantissime, da MyDieta e The Eatery, fino alla recente iDieta Pro: si tratta di applicazioni che incoraggiano alla sana alimentazione, monitorando giornalmente apporto di calorie e variazioni di peso del “paziente”.

Facili da usare, le app di nuove generazioni si prestano ai volenterosi di ogni età, tecnofili e non: basti pensare che in The Eatery e Meal Snap tutto parte semplicemente dal fotografare il proprio pasto, tutt’al più inserendo una breve descrizione. Miracolo della tecnologia moderna, l’app restituirà sullo schermo valori nutrizionali e apporto calorico di quanto ci si appresta a mangiare. Il più delle volte tali applicazioni sono davvero utili per il difficilissimo calcolo delle calorie: a partire dalla scansione del codice a barra del prodotto, esse indicano quanto consumare in rapporto all’attività fisica svolta. Insomma, un buon modo per regolare il proprio comportamento e non sentirsi mai soli di fronte alla bilancia.

I più ambiziosi possono poi affidarsi alla rigorosa app “Lose it”, la quale permette agli utenti di creare un piano dieta personalizzato, inserendo i propri dati, quanto consumato e gli esercizi quotidiani svolti. L’applicazione invierà così ogni giorno l’analisi dei propri eventuali progressi.

Nel periglioso cammino verso la perdita dei kg di troppo, la tecnologia accorre in nostro aiuto fornendoci anche dei preparati “allenatori virtuali”. Queste curiose applicazioni non permettono soltanto di conoscere il quantitativo di “lavoro” necessario per bruciare i kg accumulati, ma di essere affiancati nella fatica dell’attività fisica. Tra le tante, merita di essere menzionato il particolare “CrunchFu”: poggiando il proprio smartphone, esso rileverà il movimento, indicando correttezza e velocità dell’esercizio addominale. Il cellulare diventa poi compagno di corsa con applicazioni, come iMapMyRUN, che calcolano distanze, velocità e tempo del percorso eseguito.

In alcuni casi, le app si comportano da veri stimoli alla competitività, dando la possibilità di inserire i propri punteggi in una classifica mondiale. Non stupitevi poi se vi capiterà di gareggiare virtualmente con famosi campioni dello sport, da Maria Sharapova in un’avvincente partita di tennis, alla campionessa del calcio femminile americano Hope Solo.

Un recente studio condotto dalla “Northwestern university Feinberg school of Medicine” di Chicago ha evidenziato come il ricorrere ad app “dimagranti” aiuti a perdere i kg di troppo non soltanto più facilmente, ma anche in maniera stabile nel tempo. I ricercatori americani hanno suddiviso il campione di circa 70 individui in sovrappeso in due gruppi: entrambi hanno ricevuto all’inizio della ricerca un programma dietetico identico, con la differenza che ad uno dei due gruppi è stato affiancato un “allenatore virtuale”. Al termine dei tre anni di ricerca, è stato rilevato che il 36% delle persone che avevano l’applicazione digitale nel telefonino è dimagrito subito: essi hanno infatti perso almeno il 5% del loro peso iniziale soltanto nei primi tre mesi di dieta. In relazione al gruppo di individui affidati al metodo dietetico tradizionale, i primi hanno perso in media 3,9 kg in più, per un totale di 6,80 kg in un anno.

Ottimi dunque i risultati, che invitano a riflettere sulla possibilità di tenersi in forma e regolare la propria alimentazione attraverso gli strumenti fornitici dalla tecnologia. Dopotutto il cellulare rappresenta ormai una presenza continua ed imprescindibile durante la giornata e, proprio per questa sua caratteristica di onnipresenza, può seguirci costantemente durante la nostra corsa verso il peso ideale.

Rosaria Cucinella

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

  1. è stato rilevato che il 36% delle persone che avevano l’applicazione digitale nel telefonino è dimagrito subito: essi hanno infatti perso almeno il 5% del loro peso iniziale soltanto nei primi tre mesi di dieta.

    il 36% delle persone che aveano l’applicazione è dimagrita subito…un po’ bassetta come percentuale! Sarà che forse era il 36% motivato e il restante no?

    perdere almeno il 5% del proprio peso in “soli” 3 mesi? quindi una persona di 65kg, è arrivata a BEN 61,75kg in SOLI 3 mesi? ha praticamente perso 1kg al mese…decisamente poco per una dieta…

    mi piace come gli articoli ci prendano per il culo dicendo esattamente la verità…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.