Politica

Di Stefano (Noi Sud): “Sì alla Meritocrazia, no al Razzismo Intellettuale”

Giovanni Di Stefano

“Leggendo quanto dichiarato dall’Onorevole Bitonci (Lega Nord) nei confronti dei precari della scuola non riesco a comprendere come un parlamentare, che ha giurato fedeltà alla Repubblica in tutta la sua interezza, possa alimentare un sentimento anti meridionalista tanto vergognoso e riprovevole. E’ dovere di ogni uomo delle istituzioni incentivare la meritocrazia e le capacità degli individui e non cercare escamotage territoriali che avvantaggino solo alcune parti del Paese. I concorsi e le graduatorie del mondo dell’istruzione sono su base nazionale con principi di selezione chiari e senza discriminazioni.

Alimentare questo clima porta alla memoria atteggiamenti che hanno fatto scrivere pagine oscure nei libri di storia. Un parlamentare dovrebbe, invece, immedesimarsi nei giovani precari che dal Sud partono, lasciando le loro famiglie, i loro affetti e le radici territoriali per guardare al loro futuro in maniera onesta e dignitosa. La cultura e l’istruzione appartengono a tutta la nazione senza distinzione di razza, etnia o regione di provenienza. Mi rendo conto che, probabilmente, questi sono concetti lontani da chi appartiene ad un partito che, pur sedendo nel Parlamento nazionale, in questi anni è stato protagonista di azioni contro la bandiera e l’unità nazionale. L’onorevole Bitonci si chieda, invece, perché tali atteggiamenti mai siano stati posti in essere dai meridionali nei confronti di chi dal Nord è sceso nel tanto discusso Sud… forse perché la cultura dell’accoglienza al Sud è arrivata prima.
E’ quanto dichiarato, in una nota, dal Segretario Nazionale Giovani di NpS Noi Sud, Giovanni Di Stefano.

Comunicato Stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.