Primo PianoSalute & Sanità

Dermatite seborroica: attenzione ai rischi dello stress

(di Luca Pavesi) Non è la principale causa scatenante della dermatite seborroica, ma può comunque diventare un fattore dal peso innegabile: si tratta dello stress, una delle malattie psicosomatiche che – più di tutte – mette a rischio la salute del nostro organismo.

Anche se in molti non lo sanno, lo stress non si limita a produrre solamente dei danni a livello umorale e psicologico: è in grado infatti di innescare anche delle reazioni fisiche di tipo difensivo le quali a loro volta sono in grado di avere conseguenze su più livelli.

Per fare un esempio, lo stress e l’ansia possono causare la caduta dei capelli, ma non solo: anche la già citata dermatite può emergere o peggiorare a causa di questo disturbo.

 

La correlazione fra stress e dermatite seborroica

Ma che cos’è, nello specifico, la dermatite seborroica? La conoscenza, è sempre infatti il primo passo per poter trattare e curare una qualsiasi malattia. Questa forma di dermatosi, nello specifico, è un disturbo di origine infiammatoria che va a colpire le ghiandole responsabili della produzione di olio sebaceo.

Anche per questo è facile spiegare alcuni dei suoi sintomi, come la formazione di squame giallastre e unte, persino sul cuoio capelluto (alopecia seborroica, che si presenta insieme a una forfora grassa e fastidiosa), spesso accompagnati da vistosi arrossamenti e da un prurito piuttosto insistente.

Le cause alla base di questo disturbo possono dipendere da molti fattori, che vanno da patologie neurologiche come il morbo di Parkinson o da una debolezza del sistema immunitario a più semplici e curabili problemi alimentari, così come dal già citato stress.

Quest’ultimo agisce come innesco di una reazione difensiva del corpo, il quale va involontariamente a produrre un disequilibrio nelle ghiandole sebacee.

 

Come curarla e prevenirne l’insorgenza

In primo luogo, se i problemi causati da questa infiammazione si fanno persistenti, è sempre il caso di rivolgersi a un dermatologo esperto, così da capire quali sono le cause scatenanti e le terapie più opportune.

Per lenire tuttavia sin da subito sintomi come arrossamenti e prurito nelle zone delicate, si consiglia di cominciare a usare un detergente appositamente pensato per la dermatite seborroica, come quello proposto da Trosyd, fin dalle prime avvisaglie. Questi prodotti sono veri e propri trattamenti specifici che vanno ad agire contro sintomi quali il prurito che, se assecondati, possono poi portare ad un vistoso peggioramento della malattia.

Esistono inoltre una serie di rimedi naturali utili , come ad esempio l’olio di albero del tè e l’aloe vera, insieme all’olio di ribes nero e a quello di borragine. Anche l’olio di cocco si dimostra efficace contro la dermatite, mentre gli shampoo medicanti sono rimedi consigliati per la seborrea del cuoio capelluto. Anche le lozioni contro i funghi sono utili.

Ad ogni modo, essendo lo stress uno dei principali responsabili, è sempre il caso di annullare quei fattori che lo provocano.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.