CronacaPrimo Piano

Denunciati due palermitani sorpresi su auto rubata con materiale di dubbia provenienza

La pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Carini, nel corso di un servizio per il contrasto dei furti in abitazione, ha intercettato  un’autovettura con due persone a bordo, che si aggirava con “fare sospetto” per le vie del centro abitato.

Considerata la tarda ora e la zona, particolarmente consistente di abitazioni, i militari hanno deciso di fermare l’autovettura per un controllo più accurato. Nel corso dello stesso, infatti, i militari hanno scoperto che i due compagni, provenienti da Palermo, di cui uno di nazionalità romena, stavano trasportando un quantitativo “eccessivo” di materiali di cui gli stessi non riuscivano a fornire alcuna giustificazione valida circa la provenienza.

Nel corso delle perquisizioni sono stati rinvenuti numerosi utensili elettrici e attrezzature da carpenteria, un compressore professionale, due monitor, alcune damigiane di olio per cucina, pentolame e numerosi modellini in scala di autovetture da corsa.

Il sospetto che tutto questo materiale potesse avere una presumibile provenienza illecita è divenuto ancor più fondato quando i militari hanno scoperto che, l’autovettura a bordo della quale i due uomini viaggiavano era stata rubata qualche giorno prima a Palermo.

Pertanto, i due presunti ricettatori sono stati tradotti in Caserma per gli accertamenti di competenza, identificati in L.a., classe 1979 e G. i., classe 1980, abitanti del quartiere “Villaggio Santa Rosalia”, pertanto deferiti in stato di libertà per il reato di ricettazione.

Tutti i materiali rinvenuti nel corso dell’operazione  sono stati sottoposti a sequestro, sono in corso indagini dei Carabinieri della Compagnia di Carini, al fine di identificare i legittimi proprietari (è presumibile che gli stessi siano provento di più furti commessi nella stessa notte in diverse abitazioni carinesi).

L’autovettura è stata restituita al legittimo proprietario.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.