PoliticaPrimo Piano

Davide Giacalone, l’escluso: “Campagna elettorale infernale”

Il candidato Davide Giacalone

Un dibattito tra i “soci di Lombardo”, così liquida il primo dibattito tra i candidati presidente della Regione Davide Giacalone. Raggiungo il candidato di “LeAli alla Sicilia” al cellulare, è ancora a Catania dove si era recato per un incontro all’Università e dove ha anche provato ad entrare al Teatro ABC per partecipare al dibattito. Giacalone è tranquillo al telefono, lontano mille miglia dalle urla dei forconi e comincia a spiegarmi quanto avvenuto con Antenna Sicilia.

Il candidato vicino a ‘Fermare il declino’ di Giannino non era stato invitato al dibattito, ma venutone a conoscenza aveva chiesto all’emittente televisiva catanese di poter comunque partecipare. Dopo un parziale via libera di Antenna Sicilia, Giacalone racconta di aver inutilmente atteso all’interno del teatro fino a quando non si presentano “due signori incaricati di buttarlo fuori”. A questo punto del racconto la voce di Giacalone si fa più aspra e risentita: “non ho ricevuto la minima solidarietà dagli altri candidati che hanno invece preferito legittimare la presenza di Ferro e dei Forconi che all’esterno hanno protestato vivacemente . Mi dispiace, ma io non ritengo di usare gli stessi metodi”.

La firma di Libero si rasserena e trova il suo consueto aplomb quando gli racconto del colpo di teatro di Miccichè che liquida con un “me l’aspettavo” e una risata. Prima di chiudere la telefonata chiedo al candidato presidente che impressione ha della campagna elettorale siciliana, a quel punto Giacalone sospira e mi confida senza mezzi termini: “è una campagna elettorale terrificante”.

Adriano Frinchi

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

4 commenti

  1. Siciliani Tutti unitevi!!!!
    non c’è bisogno di essere esperti di politica per capire che non abbiamo scelta.
    Dobbiamo eleggere l’Unico che della politica se ne frega e che ha intenzione di fare del bene alla Sicilia,
    Non possiamo perdere questa occasione.
    Forza Davide! Sei tutti noi.

  2. La scommessa di Giacalone e i suoi ci dà speranza sulla politica del futura….coraggio, etica e passione sono il patrimonio che stanno regalando alla società civile! Siamo con voi.

  3. Grande Davide. Siamo tutti con te, è difficile dire quanti siamo ma sicuramente vogliamo cambiare le sorti alla Sicilia e sappiamo che con te sarà possibile. Vai avanti, non ti fermare e sappi che il consenso cresce ogni giorno di più.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.