Primo Piano

Dai capi fondamentali agli errori da evitare: come vestirsi per un colloquio di lavoro

(di Luca Pavesi) Ad ogni situazione il suo dress code, soprattutto quando si parla di un colloquio di lavoro: una regola che in tanti conoscono, ma che purtroppo in pochi seguono. Questo perché si pensa, a torto, che le aziende di oggi (essendo sostanzialmente guidate da giovani imprenditori) siano più elastiche in termini di outfit. E invece l’attenzione al look, anche se non strettamente richiesta, è un qualcosa che deve partire in primis da noi.

Perché mai come in questo caso è l’abito che fa il monaco, ed è l’abito che comunica elementi decisivi come la nostra professionalità sul posto di lavoro. Ecco perché oggi vedremo gli errori da evitare e come vestirci in maniera congrua per un colloquio.

Dall’abbigliamento alle scarpe

Sì all’eleganza, a patto di non eccedere. Ciò vuol dire che non serve recarsi al colloquio in completo, e che anche un paio di jeans può dire la sua in queste occasioni. Però il pantalone dovrà essere comunque tirato a lucido, evitando i jeans strappati o usurati.

Per quanto riguarda il “sopra”, la camicia bianca è un autentico passepartout che non passa mai di moda. Si tratta di un capo basic, che racchiude in sé anche la regola generale per l’outfit da colloquio: il rispetto di un tono elementare, senza fantasie strane o accentuate. In sintesi: sobrietà assoluta.

Come detto, gli eccessi sono da evitare ad ogni costo, anche se si parla di un look casual (ben accetto se non esagerato). Per quanto riguarda le calzature, invece, si possono consultare i cataloghi online degli shop di moda che ospitano tanti modelli di scarpe da uomo eleganti per trovare quella che più fa al caso proprio. Infine, un’altra regola importante: scarpe o abiti, ciò che conta è sentirsi a proprio agio, per evitare di accumulare ulteriore tensione al colloquio.

Gli errori da evitare ad ogni costo

La barba hipster andrà anche di moda, ma non è il massimo per i colloqui di lavoro: meglio fare un salto dal barbiere e farsela aggiustare, e lo stesso discorso vale ovviamente per i capelli. Inoltre, è importante che i vestiti siano lindi, quindi privi di macchie o stropicciature. Attenzione ai colori, anche negli accessori: la cravatta nera è da evitare, così come le fantasie particolari. Occhio pure alla cintura, dato che gli esperti consigliano di indossarne sempre una in pelle, perché dà una marcia in più all’outfit. Per quanto riguarda ancora una volta i colori, è consigliabile evitare quelli chiari, fin troppo casual e poco adatti all’atmosfera di un colloquio. E le t-shirt è meglio evitarle a prescindere, anche se l’azienda è molto giovane e dinamica.

In definitiva, il successo ad un colloquio può dipendere non solo dalle competenze, ma anche dal proprio look. Quindi, meglio starci attenti.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.