Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

“Da Manhattan a Cefalù”: Santi Scarcella sceglie la sua Sicilia per presentare i brani del disco

 

(di redazione) Un progetto unico nel suo genere quello di Santi Scarcella, partito nel 2018 con un sold out presso l’ Auditorium Parco della Musica di Roma, continuato quest’anno con la partecipazione al Concerto del Primo Maggio di Roma.

Santi Scarcella, nonostante da anni viva a Roma, è originario di Santa Teresa di Riva (ME) e non ha mai smesso di parlare in siciliano nelle sue canzoni e nei suoi spettacoli, entusiasmando il pubblico con suoni, sapori e quell’ aspetto teatrale tutto del Sud.

“Da Manhattan a Cefalù” sarà presentato con uno show live all’ Anfiteatro Falcone e Borsellino il 21 agosto. Il progetto è estremamente articolato ed è arrivato fino alla Uconn University, l’Università americana che ha approvato la profonda ricerca di Scarcella. L’artista ha messo a confronto i canti di lavoro siciliani con il blues americano trovando elementi in comune, tali da portarlo al recupero della storia sulla nascita del primo jazz targato Sicilia (Nick La Rocca 1917, Livery state Blues).
Questa è l’ennesima occasione per riconoscere la figura dei tanti migranti italiani che da anni affrontano con coraggio nuove partenze per raggiungere nuovi traguardi e si spostano non per scelta ma per necessità. Basti pensare alla famiglia di Joe Lo Vano, originaria di Alcara Li Fusi (ME) senza la cui partenza Joe non sarebbe mai diventato uno dei massimi esponenti del jazz internazionale.

I punti principali di questo progetto sono: l’emigrazione, l’integrazione, la glocalizzazione e soprattutto la “disabilità del cuore”, cioè il non riconoscere l’altro per ciò che è veramente.
Ad accompagnarlo in questo viaggio vi sono tra i musicisti più importanti della scena nazionale: Cristiano Micalizzi, Nicola Costa, Francesco Luzzio, Gian Piero Lo Piccolo, Sergio Vitale, Giovanni Baglioni, Max Dedo, Clemente Ferrari, Manuele Montesanti, Donato Sensini, Puccio Panettieri, Marco Siniscalco, Luca Scorziello, Alfredo Bochicchio, le splendide coriste Donatella Tinervia, Alessandra Cosimato e Monica Proietti and last but not least Giorgio Rosciglione al contrabbasso.

Scarcella si sta preparando per la presentazione del disco sia fisico che dinamico con il sistema Nufaco, che avverrà il 21 agosto presso L’Anfiteatro di Zafferana Etnea, disco registrato presso il Bloom Recording studio di Guidonia da Francesco De Logu e Fabrizio Ludovici e mixato da Walter Babbini.

 

Biglietti in vendita nel circuito di prevendite abituali.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.