Primo PianoSpazio Libero

Da lavoratore sottopagato a imprenditore: la storia di un 21enne palermitano

IMPLANRiceviamo e pubblichiamo integralmente.

Appena ventenne decide di darsi da fare e di avviare un’impresa. Giulio Ferlazzo, 21 anni, palermitano, ha fondato un’azienda di servizi tipografici. “Sono stato impiegato in una tipografia a Palermo, sottopagato a 300 euro al mese, ho studiato tutti i difetti di questa tipografia e li ho eliminati con la mia tipografia”, spiega.

La sua azienda è imPlan Italia e opera nel ramo del settore pubblicitario tipografico: “Ho iniziato a studiare, ero scontento quando andavo a lavorare in Tipografia, sia per la paga sia per come trattano i giovani lavoratori, così con i 300 euro ricevuti mensilmente dalla tipografia, ho aperto la mia impresa”.

A più di un anno di distanza, Giulio Ferlazzo ha inaugurato il suo e-commerce e da oggi vende e spedisce in Tutta Italia, vanta diversi clienti importanti che si sono affidati ad un ragazzo di 21 anni: Conbìpel, BMW, Scavolini, Stancampiano, Ortopedia Canciglia, Magazzini Vita, Bar Torrefazione.

“Spero solamente – conclude – che con l’apertura del nostro e-commerce, riusciremo ad essere ancora più preparati, più attenti e ancora più economici alle vostre esigenze, perchè il successo dei miei clienti è il mio, se lavorano loro lavorerò anche io, ed è così che dovrebbero pensarla tutti, non come molti che vedono clienti come se fossero solamente soldi, devono essere compagni di vita lavorativa”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.