Primo PianoSport

Crollo Palermo, a Bergamo finisce 3 a 0. Col Frosinone diventa decisiva

images

Il Palermo non riesce a uscire dal baratro. L’Atalanta si impone 3 a 0 e adesso la zona retrocessione è a -1. Ballardini conferma la stessa formazione che ha giocato contro la Juve sostituendo gli squalificati Vazquez e Struna con Trajkovski e Andelkovic.

Il Palermo inizia bene la gara giocando a viso aperto e cercando la via del gol, ma la difesa bergamasca è brava a respingere gli attacchi. Dopo i primi dieci minuti dove a fare la partita era stato il Palermo, l’Atalanta comincia a farsi vedere dalle parti di Sorrentino che si deve imporre su un forte colpo di testa di Denis. Al 18′ la squadra di Reja passa in vantaggio: Trajkovski perde un brutto pallone nei pressi dell’area di rigore Moralez la mette in mezzo la difesa rosa allontana, ma la palla finisce sui piedi di De Roon che calcia di prima intenzione centrando Denis che a tu per tu con Sorrentino segna la rete del vantaggio. Il Palermo però reagisce e poco dopo sfiora il pareggio: Brugman lancia Chochev verso la porta, il bulgaro calcia bene di sinistro. Ci vuole un super Sportiello per evitare che la palla finisca sotto l’incrocio.

Nel momento migliore dei rosa arriva il raddoppio nerazzurro con Cherubin che su azione di angolo salta liberamente al centro dell’area trovando la rete. Il Palermo nonostante il doppio svantaggio continua creare occasioni da gol, prima con Brugman la cui conclusione viene deviata in corner da Brivio e poi con Chochev che su punizione impegna Sportiello. A pochi istanti dalla fine del primo tempo, i rosa rischiano su contropiede con Moralez che servito da Gomez calcia a lato.

Nella ripresa Ballardini prova a dare maggiore spinta in avanti sostituendo Andelkovic e Hiljemark per Morganella e Quaison. Proprio il numero 21 rosa si rende pericolo con una bella azione sulla destra, il suo cross finisce sulla testa di Chochev che manda di poco alto. Poco dopo Brugman con un bellissimo passaggio manda Gilardino verso la porta, il numero 11 rosa salta Sportiello e calcia verso la porta trovando però Cherubin che ben appostato salva sulla linea. Al 31′ l’ex Migliaccio, entrato da trenta secondi si fa espellere per un entrata scomposta  su Chochev. L’Atalanta nonostante l’inferiorità numerica trova il 3 a 0 con De Roon che su un cross  di D’Alessandro calcia dal limite battendo l’incolpevole Sorrentino. Primo gol in campionato per lui. Nel finale si segnalano due azioni rosa con Trajkovski che di sinistro manda a lato di poco e Lazaar, il cui tiro viene respinto da Sportiello.

Seconda sconfitta consecutiva in campionato per il Palermo che col Frosinone, partita in programma sabato alle ore 18 si gioca il tutto per tutto. I rosa, infatti hanno un punto di vantaggio sui ciociari che occupano il terzultimo posto e vincere significherebbe andare a più quattro sulla zona calda.

INTERVISTE

A fine partita nessun membro del Palermo ha parlato alla stampa, a eccezione del  ds Gerolin che ha rilasciato delle dichiarazioni alle tv nazionali. Perché non parla Ballardini? “Il mister sta coi ragazzi, ha mandato me e ha preferito che commentassi io- ha detto il direttore sportivo rosa-. Qual è la nostra linea? Mantenere la calma, vogliamo continuare su questa strada. Continueremo a lottare perché la classifica è corta, nulla è compromesso”Mercato? “Servono giocatori che ci mettano il cuore. Interverremo sul mercato, prenderemo 4-5 giocatori utili nell’immediato”Zamparini? “Ho sentito il presidente tra il primo e il secondo ed era molto amareggiato. Più tardi andrò a casa sua per vedere insieme come venire fuori da questa situazione difficile”. Frosinone? “Bisogna preparare la sfida contro Frosinone al meglio. Sono convinto che possiamo batterli. Il campionato è pieno di insidie ma non mi aspettavo questa situazione, perché questa squadra ha dei valori, siamo in tempo per rimediare. Non c’è stata la crescita di alcuni giocatori per come ci aspettavamo, questo sì” ha concluso Gerolin.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.