PoliticaPrimo Piano

Crocetta a ZeroNoveUno Tv: “Con me si cambierà musica e maestro”

Rosario Crocetta e Francesco Panasci
Francesco Panasci e Rosario Crocetta

Rubaru a sant’Agata e ci ficiru i porti ri ferro” con una tipica espressione della Sicilia orientale Rosario Crocetta,  – ospite di ‘Face to Face’, il programma di Francesco Panasci, in onda stasera su ZeroNoveUno Tv (canale 626 del digitale terrestre), alle 21.15 – ha commentato le vicende che hanno portato alle dimissioni del Presidente della regione Lazio Renata Polverini.

Lo scandalo che ha coinvolto il Consiglio regionale del Lazio è, però, l’occasione per il candidato di Udc, Pd, Api e Psi di annunciare la linea dura in caso di vittoria elettorale: “Con noi si cambia musica e maestro. I soldi pubblici vanno difesi , predisporremo un rigoroso sistema di controlli e una disciplina rigida soprattutto per quanto riguarda i soldi destinati ai gruppi parlamentari”.

L’europarlamentare democratico è netto su questi temi e annuncia non piccole riforme, ma una vera e propria rivoluzione nella gestione della cosa pubblica, a partire dalla pubblicità di tutti gli atti della giunta, una severa regolamentazione dell’autoparco della Regione, il taglio dei mega stipendi e delle consulenze.

C’è poi la proposta decisamente originale dell’istituzione del “parere di legittimità preventiva online”, un modo di usare le nuove tecnologie per riannodare il dialogo tra eletti ed elettori. Crocetta però non dimentica la scure del buco del bilancio e annuncia una politica di risanamento del bilancio che però non farà macelleria sociale: “non si può risanare il bilancio sulla pelle dei poveri”, dice il candidato di Udc e Pd, e punta tutto sulla sburocratizzazione suggerita da Ivan Lo Bello per creare nuovi posti di lavoro che, avverte Crocetta, destinati sicuramente in parte ai precari.

L’intervista con Francesco Panasci è anche l’occasione per tratteggiare la fisionomia del governo Crocetta in caso di vittoria alle prossime elezioni regionali: “Sarò il sindaco dei siciliani – dice l’ex sindaco di Gela – so come si amministra e quali sono i problemi delle nostre città e dei nostri paesi”.

Ma Crocetta non rinuncia a parlare di politica sollecitato dalle domande di Francesco Panasci e così interpellato sui dissidenti del Pd che voteranno per Claudio Fava, è netto: “è un voto disperso che favorisce il candidato della destra, quella di Fava è una candidatura di testimonianza che non concluderà nulla”.

Il candidato di Pd e Udc ne approfitta anche per smentire qualunque accordo con Miccichè che liquida con una battuta sul colore delle cravatte: “mi sono anche ingrigito in questa campagna elettorale, ormai indosso solo cravatte scure”.

Crocetta non manca poi di ostentare sicurezza rispetto al risultato elettorale e anche rispetto ai sondaggi che circolano in questi giorni: “solitamente si tratta di sondaggi messi in circolo dalla destra, e se in questi sono testa a testa con Musumeci probabilmente vuol dire che sono molto più avanti del mio avversario”.

Adriano Frinchi

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.