Scuola & Università

Cos’è la droga dello stupro

La droga dello stupro provoca amnesia parziale o totale (foto Internet)

Venerdì scorso, 3 agosto, la notizia dedicata al sequestro di oltre 10.000 dosi di ‘droga dello stupro’ a Palermo è stata letta quasi 3.000 volte (qui l’articolo). Un interesse giustificato, vista l’alta pericolosità della sostanza stupefacente il cui nome scientifico è ‘Gamma Idrossibutirrato’ (Ghb). È un derivato aminoacidico già presente nel nostro sistema nervoso. Negli anni 70 è stato isolato, sintetizzato e usato come farmaco anestetico, impiegato per curare l’insonnia. Negli anni 80 andava di moda per guarire dalla depressione e migliorare la perfomance atletica. In Italia l’uso è cominciato per trattare l’alcolismo.

Dagli anni 90, però, i maniaci del mondo della notte hanno cominciato ad usarla per sedurre le proprie vittime. Non ha odore né colore e si presenta in forma liquida. Ha effetti simili a quelli dell’ectasy, tanto da essere chiamata anche “ectasy liquida”. Questi sopraggiungono dopo circa 5/20 minuti dall’assunzione e possono durare da una a tre ore. Sono necessarie poche gocce per provocare una sensazione di serenità, benessere, distensione, aumento della percezione tattile e del desiderio sessuale. Dagli uomini è usata anche per il mantenimento dell’erezione.

Non lascia tracce. Passato l’effetto si avvertono i postumi simili a quelli di una sbronza, con senso di vertigini, nausea, vomito e sonnolenza. La droga provoca amnesia parziale o totale, cancellando dalla memoria quanto avviene durante il suo effetto. Può causare dipendenza fisica e psicologica. Una dose eccessiva, se associata ad un alta quantità di bevande alcoliche, può portare al coma e persino alla morte, anche se sono rari i casi di decesso per Ghb.

In America, Inghilterra Giappone e ora anche in Italia si contano numerosi casi di violenza a sfondo sessuale associati all’uso di questo narcotico. Facile da reperire sia sul mercato nero che sottobanco in ambito medico. Oggi anche su internet. Nella classifica di pericolosità delle droghe stilata dalla rivista medica Lancet, il Ghb copre il diciassettesimo posto.

Alessandro Marsala

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.