Cronaca

Cosa Nostra fa “spending review”: sette arresti per il clan della Noce

Foto Internet

La Squadra Mobile di Palermo, nell’ambito dell’operazione “Atropos”, ha arrestato questa mattina sei persone, ritenute vicine al mandamento mafioso della Noce, accusate di associazione per delinquere di stampo mafioso e di numerosi episodi di detenzione e cessione di sostanze stupefacenti nell’interesse di Cosa Nostra.

Fra queste c’è il capomafia Renzo Lo Nigro, 41 anni, che era stato nominato sul campo dopo un altro blitz della polizia che aveva decimato il clan con ben 41 arresti. Lo Nigro si occupava principalmente della gestione del racket in molti negozi del centro, ma non solo: le indagini hanno fatto emergere come l’organizzazione di Cosa Nostra non viva un momento felice dal punto di vista economico. Si apprende come siano stati effettuati dei tagli sugli stipendi mensili corrisposti ai familiari dei mafiosi detenuti.

Molte donne di mafia si sono lamentate per questa sorta “spending review”, cercando di fare arrivare le lamentele direttamente a Lo Nigro, rappresentante del nuovo vertice mafioso. Con lui sono finiti in carcere due stretti collaboratori, Girolamo Albanese e Mario Di Cristina e altri tre sono accusati per traffico di droga: Vincenzo Cosenza, Alessandro Longo, Giorgio Stassi. La cocaina è infatti il nuovo business di Cosa Nostra: i boss della Noce la vendevano a 55-60 euro a grammo.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.