Spazio Libero

Corea del Nord, è guerra? E in Italia?

Foto internet

Il leader della Corea del Nord, Kim Jong-un ha ordinato l’allerta per le basi missilistiche pronte al lancio contro quelle degli Stati uniti nel sud del Pacifico. Tutto ciò avviene in risposta all’invio di bombardieri americani B-2 alle manovre congiunte con Seul. Questa risposta, se si può definire tale, mette in pericolo la pace nel mondo.

Noi stiamo vivendo un notevole periodo di incertezza politica: da una parte il rinnovamento, dall’altra una irriducibile posizione di idea e di pensiero. Nel nostro Paese, il pluralismo ha rappresentato la democrazia, ma ora tra i puffi dei cartoni animati e la nostra realtà di un popolo che diventa sempre più povero, occorrono o occorrerebbero, scelte decisive. Ho citato i puffi perché mi sembra che il parlamento sia impostato come le avventure dei piccoli personaggi blu.

Sono sorte diatribe che potevano essere dissolte e invece, siamo in una situazione di completa ingovernabilità. Le istituzioni, il nostro sistema parlamentare, non risponde alle esigenze di un Paese che in recessione, rischia la stessa esistenza. In uno scenario di fantapolitica, immagino che le premesse per finire in una dittatura, ci siano.

Vico ci insegna che “la storia si ripete ed è ciclica” e noi dopo un periodo di relativo benessere, ora stiamo conoscendo le sofferenze del dopoguerra: nel 1946, l’Italia distrutta dalla guerra, era allo stremo. Vi furono ondate di migranti verso la Francia, il Regno Unito, il Belgio, gli Stati Uniti ed altri paesi. Il boom economico e poi? Poi la lenta discesa e lo stallo odierno. Quando una nazione soffre, qualcuno potrà approfittare per prendere il potere con il terrore. Attenti a noi stessi!!! Mi auguro che questa Pasqua porti ragionevolezza.

Paci scriveva che “il senso conduce l’uomo a riflettere…” ed io auguro a tutti la riflessione…piena.

Rosa Mannetta

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.