Primo Piano

Cordoglio per la morte di Rita Borsellino

 

(di redazione) Il Sindaco Leoluca Orlando: “Provo grandissimo dolore per la scomparsa di Rita Borsellino, che con la sua dolce determinazione ha combattuto tante battaglie non solo di legalità e civiltà nella nostra Isola e nel nostro Paese.

Rita ha saputo trasformare la tragedia e la violenza che hanno colpito la sua famiglia in impegno civile; un impegno che ha contribuito a trasformare Palermo e che rimarrà scolpito nella storia e nella memoria di questa città.

In questo momento triste sono vicino con affetto alla sua straordinaria famiglia, anche a nome di tutta la Giunta e l’amministrazione comunale.”

Il Presidente del Consiglio Comunale Salvatore Orlando: “Il segno di Rita Borsellino rimarrà nella storia di Palermo. La sua straordinaria forza e il suo straordinario amore per la Giustizia, uniti ad una grande capacità di comunicare e trasmettere passione civile, ne hanno fatto una delle persone che più ha simboleggiato la voglia e la possibilità di riscatto di Palermo, la voglia e la possibilità di liberazione dalla mafia.

A nome mio personale e di tutto il Consiglio Comunale, oggi sono vicino ai familiari, che con Rita hanno condiviso l’amore per Palermo e l’impegno per il suo cambiamento.”

 

Anche il Centro Studi Pio La Torre partecipa al cordoglio dei familiari e della società civile:  “con Rita Borsellino si è spenta una luce dell’antimafia vera”

 

Il segretario Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana “Esprimiamo il nostro cordoglio per la morte di Rita Borsellino testimone della memoria e dell’impegno civile e antimafia, simbolo della Palermo che ricorda il passato e le azioni dei grandi protagonisti della lotta alla mafia, per cambiare il presente. Le siamo grati per tutto ciò che ha rappresentato per la nostra città, e siamo certi che in tanti porteranno avanti il ricordo del fratello Paolo così come faceva lei parlando ai nostri giovani”.

 

Sinistra Comune: “è stata un faro per chi ha scommesso nella trasformazione della Sicilia.”

Giusto Catania, Barbara Evola, Katia Orlando, Marcello Susinno: “Rita Borsellino è stato un faro nelle notti buie siciliane, un punto di riferimento per una generazione politica che ha continuato a scommettere sulla trasformazione della Sicilia attraverso un impegno militante, nella società civile e nei partiti. Nell’esprimere le condoglianze alla famiglia vogliamo ringraziare Rita per quello che ha insegnato e donato alla nostra terra. Il patrimonio di idee e di lotta rimarranno come viatico per il nostro impegno quotidiano.”

 

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci: “Con Rita Borsellino scompare una figura simbolo di testimonianza antimafia e di impegno della società civile. Nonostante il dolore familiare e la sua lunga malattia, con coraggio e determinazione non hai mai smesso di lottare e sperare per la verità sulla strage di via D’Amelio. Giunga ai familiari il sincero cordoglio del governo regionale, interprete del sentimento di tutta la comunità siciliana”.

Il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, avendo appreso della scomparsa di Rita Borsellino, sorella del magistrato Paolo ucciso da Cosa Nostra, già deputata regionale dal 2006 al 2008 e parlamentare europea dal 2009 al 2014, ne ha ricordato il particolare impegno nella lotta contro la mafia e in difesa dei più deboli. Rita Borsellino, con il suo movimento “Un’altra storia”, è stata uno dei protagonisti della politica regionale e nazionale degli ultimi anni.
“Onoriamo oggi – ha detto Miccichè – una donna straordinaria che si è contraddistinta per l’impegno profuso contro tutte le mafie e le ingiustizie”.
Il presidente Miccichè ha fatto giungere alla famiglia di Rita Borsellino le sue condoglianze e quelle di tutta l’Assemblea regionale siciliana.

 

 

FORUM ACQUA E BENI COMUNI: Solo ieri ci ha lasciato Rita Borsellino, e già ci manca il suo sorriso ed il suo sguardo trasparente, determinato e pulito. Rita è stata la prima a schierarsi al nostro fianco, da Deputata regionale, contro la privatizzazzione dell’acqua voluta dal governo Cuffaro. La prima a riconoscere e denunciare l’intreccio di malaffare celato dietro quella che definì “una spartizione a tavolino” della gestione delle risorse idriche in Sicilia, avviata con la liquidazione dell’EAS e la creazione di Siciliacque, cui seguì la stagione dei Commissariamenti per forzare, attraverso gare con un unico concorrente, l’aggiudicazione del servizio idrico a società private di cui solo oggi cominciano ad emergere tutte le illegittimità e malversazioni. Nel 2011 la sede della sua associazione, Un’Altra Storia, divenne quella del Comitato referendario regionale “2 Sì per l’Acqua Bene Comune” ed un luogo in cui persone ed ideali si incrociavano verso quella che è stata una grande vittoria di popolo che è stato un onore condividere con lei.

Il sostegno di Rita alla battaglia per l’Acqua pubblica non è mai venuto meno, da Parlamentare europea attraverso mozioni puntuali e con il sostegno alla Campagna ICE, iniziativa dei cittadini europei per il diritto all’acqua, ed in tutti i luoghi e circostanze in cui insieme abbiamo sostenuto che la legalità andasse di pari passo con l’immaginare un mondo giusto e pacificato, un diverso modello di sviluppo e salvaguardia dei Beni Comuni attraverso la partecipazione democratica alla vita civile e sociale del Paese e della nostra regione.

Rita ha dato moltissimo a questa idea comunitaria e partecipativa di intendere l’impegno politico come risultato di un impegno civile, etico e sociale votato al bene collettivo, che è rimasto stritolato da una politica che spesso ha trovato il modo di deluderla e deluderci.

Rita ci ha consegnato, con il suo esempio, il desiderio di continuare a percorrere la strada di un’attivismo sociale e politico al servizio delle persone tutte e delle battaglie rivolte al bene collettivo che è giusto combattere sempre.

Oggi ci piace immaginarla, accanto al suo e nostro amato Paolo, con il desiderio di continuare ad ispirarci ed insegnarci a non demordere mai, le tue idee cara Rita continueranno a camminare sulle nostre gambe.

 

 

“Il Coordinamento Antiviolenza 21luglio esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di Rita Borsellino, una donna che si è spesa per cambiare la città in cui viviamo e agiamo politicamente, una donna che per questo ha rivoluzionato la sua vita.  Il suo campo d’azione era diverso dal nostro, ma un po’ tutte noi, in modi e tempi diversi, l’abbiamo incrociata nella nostra strada e alcune battaglie sono state condotte insieme, grazie anche al suo coraggio, alla sua generosità e alla sua determinazione. Palermo e la Sicilia perdono una donna importante, un punto di riferimento e di lotta fondamentali per la rinascita di questa terra.”

 

 

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.