Enogastronomia

Coppa del Mondo della Gelateria: sei siciliani in lista

Locandina selezioni Coppa del Mondo Gelateria

Prenderanno il via questo mese le selezioni per la VI edizione della Coppa del Mondo della Gelateria, che si svolgerà a Sigep del gennaio del 2014.

La manifestazione, organizzata da Rimini Fiera in collaborazione con l’Associazione GelatoeCultura e Co.gel-Fipe, vedrà in gara squadre provenienti da tutto il mondo, che si cimenteranno nelle quattro specialità: gelateria, pasticceria, scultura di ghiaccio e cucina.

La nazione che darà il via alle selezioni sarà proprio l’Italia con il Sigep Gelato d’Oro che si terrà a Rimini dal 19 al 22 gennaio. Seguiranno Polonia e Argentina, rispettivamente a febbraio e giugno prossimi.

L’Italia dovrà confermare il primato ottenuto nella precedente edizione: la squadra azzurra, capitanata dal cioccolatiere milanese Ernst Knam, promosso come protagonista del nuovo programma di Real Time, il re del cioccolato, e composta dal gelatiere Leonardo Ceschin di Pordenone, Francesco Falasconi di Tavulla, dal cuoco torinese Filippo Novelli e accompagnati dal pasticciere Andrea Olivero di Polonghera si sono, infatti, classificati al primo posto.

In lista per la selezione nazionale ben sei siciliani: Paolo Antico, de “La Preferita”, a Partinico (PA); il giovanissimo Nicola Antonio Salerno, della pasticceria “Il Bignè” a Caltanissetta; Francesco Campisi, gelatiere del “Dolce Gelato” di Bagheria (PA); Santo Musumeci di Randazzo (CT); Antonino Caffarelli di origini messinesi, ma attualmente residente a Firenze e il cioccolatiere catanese Giacomo Siracusano.

Paolo Antico, contattato dalla nostra redazione, ha commentato la sua partecipazione dichiarando di considerare questa un’esperienza molto bella: “mi aspetto di apprendere tante novità e di stare accanto a tanti gelatieri come me – e continua -ritengo queste manifestazioni molto utili e belle e dico a tutti di venire lì a vedere il concorso.” Alla domanda circa il titolo vinto dai suoi colleghi italiani nella scorsa edizione del concorso, il gelatiere di Partinico ha affermato: “Sinceramente dico che noi italiani siamo i numeri uno in questo ambito“. In merito alla medaglia di bronzo, vinta nella terza edizione del primo premio Gelato del Mediterraneo “Procopio de Coltelli” dello Sherbeth Festival 2011, grazie al nuovo gusto da lui creato, Fico d’India, ci ha rivelato che il gusto è nato per caso a casa sua, quando suo padre vinse una pianta di Fico d’India: “mio padre mi chiese di fargli un gelato con il frutto di quella pianta e da lì è nata l’idea di crearlo, poi lo presentai al concorso, senza aspettarmi di ricevere tanti consensi”.

Il giovanissimo Nicola Antonio Salerno, alla sua seconda partecipazione alla selezione per la CMG, ci ha spiegato le modalità precise del concorso: da regolamento tutti dovranno presentare il gelato gusto Peperone, due torte perfettamente identiche e, infine, due gelati a sorpresa. “Spero che la giuria sia molto tecnica, valuti i gelati come si deve, sia come qualità, sia come struttura – ammettendo ancora – sono d’accordo con queste manifestazioni per far conoscere il gelatiere e il gelato come qualità eccellenti, visto che i consumi di gelato, quest’anno, sono cresciuti”. La sua speranza è quella di eguagliare il successo già ottenuto dall’Italia e confessa di sentirsi addosso una grossa responsabilità. Ci ha raccontato, infine, di come la sua passione sia nata sin da piccolo, frequentando il laboratorio del padre con il quale ha successivamente aperto l’attuale pasticceria “Il Bignè” specializzandosi ulteriormente in questo settore: “questa selezione la trovo un riconoscimento per le mie qualità“.

Francesco Campisi, coppa di bronzo nella scorsa selezione, afferma: “per pochi punti non sono riuscito a ottenere il primo posto, ma ho portato a casa un ottimo punteggio”. Confessa il suo desiderio di vittoria, anche se considera stimolante confrontarsi con i colleghi delle altre regioni. “Il terzo posto della scorsa selezione mi ha sicuramente dato modo di ottenere un po’ di pubblicità gratuita e la speranza è quella di migliorare ancora”.

Facciamo un sentito in bocca al lupo ai nostri conterranei, certi che sapranno farsi valere, perché in Sicilia la qualità del gelato è una garanzia.

Noemi Cusano

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.