PoliticaPrimo Piano

Conosciamoli meglio. I nuovi assessori Marino e Valenti

Marino e Valenti, foto internet

Ultima puntata, salvo cambiamenti in corso d’opera in seno al Governo, del nostro appuntamento sugli Assessori regionali. Gli ultimi due componenti del Governo Crocetta da trattare sono Nicolò Marino e Patrizia Valenti.

Nicolò Marino. Assessore con delega all’Energia e ai servizi di pubblica utilità. Nasce a Caltagirone, il 13 agosto 1960. Inizia la sua carriera nel 1986 come Giudice del Tribunale e della Corte di Assise di Siracusa. Dal 1990 al 2003 svolge funzioni di sostituto della Procura della Repubblica di Catania, facendo parte della Direzione Distrettuale Antimafia e venendo, successivamente, nominato esperto della Commissione Parlamentare di inchiesta Ecomafia. Nel 1999 riceve il premio “Rocco Chinnici“. Il suo ultimo incarico è stato quello di procuratore antimafia della DDA di Caltanissetta.

Patrizia Valenti. Ce ne occupiamo per ultima in quanto la sua nomina ad assessore alle Autonomie locali ha vacillato fortemente. Accusata di slealtà dal Presidente per aver tenuto nascosto un procedimento giudiziario a suo carico, è stata invitata, dallo stesso, a dimettersi. Il caso è rientrato a seguito di una riunione chiarificatrice. Crocetta alla stampa ha dichiarato che la Valenti ha mostrato buona fede nella sua condotta e il reato in questione è amministrativo e, quindi, non rientrante tra quelli contemplati dal codice deontologico ed etico della commissione Antimafia.

Nasce il 15 gennaio 1959. Laureata in Scienze Agrarie. Nel 1991 ottiene l’abilitazione all’insegnamento nelle scuole medie superiori per la classe di concorso in “Scienze agrarie e tecniche di gestione aziendale”. Nel 1995 si abilita all’esercizio della libera professione.

Dirigente del Dipartimento della Programmazione della Presidenza della Regione componente dei tavoli settoriali “Asse risorse umane” e “Sistemi locali di sviluppo” per la programmazione dei fondi strutturali comunitari 2000/2006.

È stata componente della Segreteria tecnica dell’Assessore regionale agricoltura e foreste, nonché Vice-Presidente della Regione Siciliana, con delega per la programmazione comunitaria e nazionale.

Si è occupata in qualità di componente del Comitato di progetto, dell’attuazione del progetto interregionale “Enoteca d’Italia” istituito dal Ministro delle Politiche Agricole e Forestali.

È stata componente dell’ufficio di diretta collaborazione del Presidente della Regione Siciliana, con delega alla programmazione, e Capo della Segreteria tecnica del Presidente della Regione nella XIV Legislatura.

Dal 4 aprile 2008 al 20 luglio 2009 è stata Presidente del CAS – Consorzio Autostrade Siciliane. La ritroviamo, in seguito, come Capo di Gabinetto dell’Assessore regionale all’Agricoltura e alle Foreste, e membro del Consiglio direttivo dell’AISCAT – Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori.

Nuovamente capo di Gabinetto Vicario, ma questa volta dell’Assessore regionale al Territorio ed Ambiente. Infine, rappresentante per l’UPI – Unione delle Province d’Italia – in seno alla Consulta del Mezzogiorno presso il CNEL – Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro.

 Marcello Russo

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.