EsteriPrimo Piano

Connecticut: strage in una scuola elementare, morti 20 bambini

Foto internet

Ieri alle 9,40 di mattina l’America è ripiombata nell’incubo delle stragi senza senso, un solo uomo ha generato paura, terrore e soprattutto ha ucciso tantissimi bambini in Connecticut. La ricostruzione degli eventi ancora oggi non è molto chiara, quello che si sa con certezza è che in mattinata le famiglie dei bambini della scuola elementare di Newtown sono state avvertite di un incidente alla scuola. Gli stessi agenti erano stati da poco avvisati da una telefonata giunta dall’interno dell’edificio che li informava che i bambini erano intrappolati da un adulto armato che era entrato nell’Istituto mezz’ora dopo l’inizio delle lezioni.

L’autore della strage, identificato come Adam Lanza, 20 anni, era di Newtown, ma viveva a Hoboken, indossava un giubbotto antiproiettile e aveva almeno due pistole, una Glock e una Sig Sauer. Il fratello maggiore, Ryan Lanza, 24 anni, è stato individuato dalla polizia e durante tutta la giornata di ieri ha collaborato con le autorità. Secondo le prime ricostruzioni degli ufficiali, Adam Lanza ha ucciso prima la madre Nancy nella loro abitazione di Newtown. Poi ha caricato le armi da fuoco in regolare possesso della famiglia nell’auto della donna, guidando fino alla scuola, è entrato nella scuola e ha sparato in una sola sezione. Nella scuola le persone morte sono state 28: venti i bambini di età compresa tra i 5 e i 10 anni, che appartenevano a due sole classi, diciotto morti nella scuola mentre altri due in ospedale. Sei gli adulti, che facevano parte del personale scolastico. Al termine del raid l’assassino si è tolto la vita. Sei bambini si sono salvati rinchiudendosi in un armadio della classe.

Questa strage ha segnato un triste record per l’America poiché considerando il numero delle vittime è la seconda sparatoria più grave nella storia degli Stati Uniti. Ovviamente l’intero stato è scioccato dall’evento e il presidente Barack Obama, parlando in diretta Tv alla nazione sulla strage in Connecticut, si e’ vistosamente commosso asciugandosi le lacrime. ”La mia reazione e’ da genitore, non da presidente. Dobbiamo unirci per intraprendere azioni per impedire che cose del genere si ripetano, a prescindere dalla politica. Abbiamo avuto troppe stragi di questo tipo negli ultimi anni”, ha detto. “Questa sera io e Michelle faremo ai nostri bambini quello che tutti i genitori faranno: abbracceremo i nostri figli”, ha concluso, facendo le condoglianze ai parenti delle vittime, “i nostri cuori sono infranti”.

Questa mattina le autorità hanno ripreso le perquisizioni della scuola elementare e hanno ritrovato altre armi da fuoco, tre fucili, uno a ripetizione Henry, un Enfild e uno da caccia.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.