Economia & Lavoro

Confesercenti al fianco di chi vuole denunciare il racket

Foto Ufficio Stampa Confesercenti

La Confesercenti di Palermo al fianco di chi denuncia il racket. Da domani, 1° settembre 2012, l’associazione metterà a disposizione uno staff di consulenti e avvocati per aiutare tutti gli iscritti che vorranno ribellarsi alla piaga delle estorsioni. A loro saranno garantiti sostegno e assistenza nella salvaguardia del più stretto anonimato. Il progetto, da tempo in cantiere, ha subito un’accelerazione negli ultimi giorni. Merito della spinta emotiva delle commemorazione in ricordo di Liberio Grassi.

“È il momento dei fatti e non più delle parole – spiega il commissario di Confesercenti, Pietro Solazzo -. I commercianti non hanno più alibi. La paura, però, è un sentimento che esiste. Va compreso, ma affrontato e superato. Non essere soli è la chiave per vincere la paura e stimolare le denunce”.

In coerenza con quanto finora detto, Confesercenti Palermo dichiara la sua assoluta indisponibilità ad associare esercenti di dubbia militanza. “Invitiamo le associazioni di categoria maggiormente rappresentative al confronto – aggiunge Solazzo -. Insieme possiamo dare vita ad iniziative più incisive. I temi dell’antimafia non devono più essere strumenti demagogici e di propaganda di sparute minoranze. Il tema va ricondotto alla reale e drammatica consistenza in modo che l’azione di contrasto sia ancora più forte. Contiamo sul lavoro sempre attento di magistrati e forze dell’ordine ma serve una presa di coscienza massiccia da parte dei commercianti”.

Confesercenti Palermo farà la sua parte. “Oltre alla assistenza fornita dallo staff di esperti – conclude Solazzo – vogliamo contribuire a portare i temi della legalità nelle scuole e opereremo un autentico rinnovamento culturale all’interno dell’organizzazione, attraverso la formazione di una nuova classe dirigente non soltanto ideologicamente avversa alle logiche mafiose, ma soprattutto operativamente impegnata nel contrasto alle prevaricazioni e alle oppressioni di Cosa nostra”.

I commercianti possono contattare tutti i giorni il numero 091 6811016. Saranno richiamati direttamente dai legali per fissare un appuntamento presso la sede di Confesercenti Palermo in via Cavalcanti, 5.

Comunicato Stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.