Politica

COMUNICATO CARONIA, INTERROGAZIONE IN MERITO ALLA FORMAZIONE DEI GRUPPI E DELLE COMMISSIONI CONSILIARI

Ritenendo indispensabile percorrere all’interno delle Istituzioni le più opportune iniziative atte a ricondurre il funzionamento degli organi del Consiglio Comunale nell’alveo delle previsioni regolamentari ho, in data di oggi, depositato una interrogazione consiliare con risposta scritta, in merito alla formazione dei Gruppi e delle Commissioni.

L’aver alterato la composizione dei Gruppi aumentandone artificiosamente il numero, determina la necessità di ulteriore personale dedicato che dovrebbe invece essere mantenuto al servizio della cittadinanza. Da tale anomalia si può, a mio avviso, configurare anche un danno erariale.

Attendo fiduciosa che in Aula sia il Sindaco che il Presidente del Consiglio Comunale spieghino se ritengono legittimo il mancato rispetto delle regole poste a presidio della democratica formazione degli organi del Consiglio e a salvaguardia della volontà popolare.

_______________________________

SI RIPORTA DI SEGUITO IL TESTO DELL’INTERROGAZIONE CONSILIARE

 INTERROGAZIONE

Con risposta scritta

Premesso che:

  • l’art. 6 del vigente Regolamento del Consiglio Comunale indica chiaramente che per potere costituire un Gruppo consiliare i consiglieri eletti che lo formano devono essere normalmente almeno 3. Tale misura può derogarsi solo al momento dell’inizio del mandato amministrativo e nella sua prima costituzione consentendosi che ai/alle Consiglieri/e delle liste che abbiano ottenuto meno di 3 eletti siano riconosciuti i diritti e la rappresentanza spettanti ai gruppi consiliari;
  • dalla lettura della citata disposizioni si evince chiaramente che l’uso del plurale non è casuale e un gruppo tutt’al più può essere costituito da non meno di 2 consiglieri che sono stati eletti in una lista che non abbiano ottenuto almeno 3 eletti. Del resto medesima conferma sulla necessità che un Gruppo sia composto da almeno 2 componenti la si evince, per converso, dalle previsioni contenute nel testo dei commi 5 e 6 del citato art. 6 che indicando come si perviene alla nomina del Capogruppo postulano la pluralità dei suoi componenti.

Visto Che:

  • nell’attuale formazione dei Gruppi Consiliari la superiore inderogabile regola non risulta essere stata rispettata consentendosi che il Consigliere Ferrandelli Fabrizio e il Consigliere Scarpinato Francesco formassero ciascuno altrettanti Gruppi consiliari formati da un solo componente. Gruppi dei quali ciascuno dei predetti è ovviamente indiscusso Capogruppo.
  • si evidenzia che, seppure potrebbero certamente  esporsi sul piano politico e ideale tutta una serie di considerazioni atte a censurare una siffatta concessione, poiché tal guisa di valutazioni potrebbero essere non del tutto condivise e aliene dagli umori e esigenze della maggioranza, che quanto operato è illegittimo sotto il profilo tecnico e giuridico e purtroppo idoneo ad alterare il funzionamento stesso del Consiglio Comunale e di buona parte dei suoi organi tra i quali appunto la Conferenza dei Capi Gruppo e le Commissioni permanenti.

Ritenuto che:

  • segnatamente  al Consigliere Ferrandelli Fabrizio, eletto di diritto, per essere il primo non eletto a Sindaco, non poteva consentirsi da solo la formazione di alcun Gruppo in quanto la previsione di cui al citato quadro normativo non è attagliabile  poiché lo stesso o non è stato eletto in alcuna lista, oppure è collegabile a tutte le liste che lo hanno fatto eleggere e dunque avrebbe potuto unicamente aderire al Gruppo formatosi da una di essa o in mancanza  essere incluso d’ufficio nel  Gruppo Misto.

Parimenti sia al Consigliere Scarpinato che al Consigliere Ferrandelli non poteva consentirsi la formazione di Gruppi di un solo componente per le ragioni sopra indicate.

Si interroga il sig. Sindaco e il sig. Presidente del Consiglio Comunale

Per avere

  •  chiarimenti in ordine alla correttezza di quanto operato poiché  appare alla sottoscritta assolutamente inaccettabile e in così tale intensità da alterare il funzionamento stesso del Consiglio allorquando è stato consentito ai predetti consiglieri Ferrandelli Fabrizio e Scarpinato Francesco di formare due Gruppi di un solo componente e  indichino, ciascuno per la loro parte e la loro sfera di competenze, l’eventuale rimedio idoneo a ristabilire la legittima formazione degli organi consiliari sinora alterata.

Il Consigliere

Marianna Caronia

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.