PoliticaPrimo Piano

Comincia a nuoto la spedizione di Beppe Grillo in Sicilia

Beppe Grillo nuota sullo Stretto (foto La Presse)

Le condizioni meteo non proprio ottimali non hanno scoraggiato Beppe Grillo che armato di muta, cuffia, occhialini da nuoto e pinne ha affrontato i 2,8 chilometri che separano la costa calabrese da quella siciliana. Non è stata una traversata solitaria quella del comico genovese: una dozzina di barche con giornalisti e militanti, oltre alle motovedette di polizia e carabinieri, hanno scortato Grillo che era anche sorvegliato dal suo spin doctor Roberto Casaleggio, che con basco verde e giubbotto salvagente arancione scrutava la rotta sul suo cellulare.

Ma prima di partire il leader del Movimento 5 Stelle ha regalato ai giornalisti e ai curiosi alcune perle antipolitiche: “Berlusconi? Stai parlando di una salma” risponde il leader del M5S al giornalista che gli ha posto la domanda. “Monti – ha aggiunto – è un curatore fallimentare. Ha fatto il suo lavoro sporco e adesso se ne andrà. Sono tutti bocconiani che un anno fa dicevano che la crisi era alle spalle, ma da quando c’è il signor Monti tutti i parametri della nostra economia sono peggiorati”.

Non poteva mancare il riferimento allo scioglimento del Comune di Reggio Calabria per infiltrazioni mafiose: “Calabria, manco li cani, manco li cani. Siamo qua ed è già successo di tutto. Come sono arrivato a Reggio Calabria si è sciolto il consiglio comunale”. E prima del tuffo nelle fredde acque dello Stretto Grillo ha ironizzato sulle correnti che sconsigliavano la traversata: “Se c’è la corrente verso Nord torno a Genova senza traghetto“.

Poi a suon di bracciate decise Grillo ha affrontato lo Stretto e dopo un’ora e 15 minuti ha toccato terra. Ad attenderlo sulla costa siciliana c’erano circa 300 persone, tra cui Giancarlo Cancelleri candidato grillino alla Presidenza della Regione, che lo hanno accolto con un lungo applauso.

Visibilmente soddisfatto dalla sua prestazione il comico genovese ha annunciato: “Questo è il terzo sbarco in Sicilia il primo fu quello dei Savoia, il secondo quello degli americani, che portarono la mafia, il terzo quello di Grillo, che porta la libertà”.

Resta da scoprire se anche lo sbarco di Grillo troverà scarsa resistenza come quelli dei predecessori. La Sicilia è pronta all’ennesima conquista?

Adriano Frinchi

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

  1. Una genialata!! Una trovata pubblicitaria degna del protagonista!! Tanto di cappello per la traversata ma che faccia meno il ragazzino!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.